I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Il dipinto, databile 1905, viene esposto alla seconda mostra del Deutscher Kuenstlerbund a Berlino e, in seguito, presentato alla Biennale di Venezia del 1910, dove Klimt compare per la prima volta in Italia in una sala personale. L’opera, che affronta il tema simbolico delle tre età della donna (infanzia, maternità e vecchiaia), risulta nell’elenco degli acquisti effettuati a seguito dell’esposizione del 1911, sebbene non compaia nel catalogo della mostra, nella quale Klimt espone ben dodici opere tra dipinti e disegni e dove viene premiato. L’opera, che costituisce una delle icone principali della collezione della Galleria Nazionale, rappresenta uno dei maggiori capolavori dell’artista austriaco.

Informazioni sullo stato della conservazione

L’opera si presenta in condizioni conservative precarie a causa della natura eterogenea e delicata dei materiali utilizzati, estremamente sensibili alle variazioni termoigrometriche.

Numerosi micro-sollevamenti sono visibili sulla superficie, insieme a crettature e lacune di modeste dimensioni che testimoniano la mancanza di adesione degli strati preparatori e pittorici. Il supporto tessile, molto sottile, presenta numerosi fori, con conseguente discontinuità del tensionamento.

La complessità della tecnica esecutiva comporta la necessità di indagare e identificare i vari materiali costitutivi, al fine di determinare l’effettivo stato di conservazione attuale e quindi delineare l’intervento conservativo più idoneo.

 

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

La Galleria Nazionale è aperta dal martedì alla domenica: 8.30 – 19.30

ultimo ingresso 45 minuti prima della chiusura

chiusure tutti i lunedì, 1° gennaio, 25 dicembre

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Procedure di Gara

COSTO COMPLESSIVO 13.000,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

L’opera si presenta in condizioni conservative precarie a causa della natura eterogenea e delicata dei materiali utilizzati, estremamente sensibili alle variazioni termoigrometriche.

Numerosi micro-sollevamenti sono visibili sulla superficie, insieme a crettature e lacune di modeste dimensioni che testimoniano la mancanza di adesione degli strati preparatori e pittorici. Il supporto tessile, molto sottile, presenta numerosi fori, con conseguente discontinuità del tensionamento.

La complessità della tecnica esecutiva comporta la necessità di indagare e identificare i vari materiali costitutivi, al fine di determinare l’effettivo stato di conservazione attuale e quindi delineare l’intervento conservativo più idoneo.

 

L’opera necessita di un intervento di restauro consistente in:

- indagini diagnostiche preliminari fisiche e chimiche con tecniche non invasive portatili (imaging multispettrale e spettrofotometrie all'avanguardia);

- rimozione dei depositi incoerenti;

- pulitura della superficie pittorica e rimozione delle reintegrazioni alterate;

- consolidamento della pellicola pittorica e degli strati preparatori;

- reintegrazione delle lacune e ritocco pittorico con colori adeguati alla rifrazione cromatica originale;

- applicazione di un protettivo ad alta stabilità;

- consulenza e assistenza tecnico-scientifica del Dipartimento di Chimica dell’Università di Firenze per la formulazione e produzione di nanomateriali specifici per la pulitura ed il consolidamento della superficie pittorica.

 

Incorniciatura:

- rimozione della patinatura non idonea e disomogenea della superficie lignea dorata e applicazione di una nuova patina adeguata e stabile;

- revisione dell’alloggiamento del vetro museale per la tenuta in sicurezza durante la movimentazione e l’esposizione.

 

Una dettagliata campagna fotografica e audiovisiva testimonierà lo svolgimento di tutte le fasi dell’intervento.