Immagini di Alphabet et Ultra 2023
Immagini di Alphabet et Ultra 2023
Immagini di Alphabet et Ultra 2023
Immagini di Alphabet et Ultra 2023
Immagini di gruppo nanou
Immagini di gruppo nanou
Immagini di gruppo nanou
Immagini di gruppo nanou
   
Immagini di Alphabet et Ultra 2023
Immagini di Alphabet et Ultra 2023
Immagini di Alphabet et Ultra 2023
Immagini di Alphabet et Ultra 2023
Immagini di gruppo nanou
Immagini di gruppo nanou
Immagini di gruppo nanou
Immagini di gruppo nanou

Nanou è una compagnia di danza contemporanea che dal 2004, sotto la direzione di Marco Valerio Amico e Rhuena Bracci, produce e promuove opere di sperimentazione coreografica con particolare attenzione alle forme di confine fra coreografia e arti visive, realizzando spettacoli, video, installazioni, performance e manifestazioni che hanno come oggetto il corpo, il movimento e la loro rappresentazione. La Compagnia porta avanti un’importante e significativa attività di produzione coreografica, sia per la qualità della ricerca che delle collaborazioni artistiche (Bruno Dorella, Daniele Torcellini, Alfredo Pirri, etc) che stituzionali e teatrali, sviluppando una continuità lavorativa necessaria alla qualità artistica, attuando anche percorsi formativi, residenze progettuali e percorsi di interdisciplinarità delle arti. L’attività principale della Compagnia è la produzione di spettacoli di danza originali in collaborazione con enti pubblici, teatri pubblici e privati ed altre organizzazioni operanti nel settore tra cui, negli anni: Centrale F.I.E.S., Ravenna Festival, Fabbrica Europa, La MaMa (NYC). Parallelamente la compagnia ha intrapreso un’importante attività formativa e laboratoriale con il progetto Alphabet, grazie al sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

La Compagnia costituisce un centro propulsivo di iniziative culturali all'interno di un progetto organico legato al percorso artistico di gruppo nanou. Il consolidamento di un programma artistico e formativo è possibile solo grazie alla continuità del nucleo artistico, all'alta qualificazione professionale degli interpreti, oltre che alla capacità di perseguire e praticare una gestione attenta dell'organismo: in questo senso la Compagnia rappresenta un modello gestionale all’avanguardia nel settore delle arti performative.  Attraverso l’inclusione nel nucleo organizzativo di giovani talenti la compagnia è stata capace di formare nuove risorse, attraverso un’azione di learning by doing, per rivestire un ruolo di gestione e di accompagnamento della attività della compagnia in accordo con la visione artistica. Solo considerando questi elementi è possibile gestire e promuovere una realtà che fa della ricerca artistica costante il proprio statement. 

Nanou rivolge inoltre un’attenzione particolare alla relazione con le città (in primis Ravenna) e i cittadini e i cosiddetti “pubblici”, attraverso la creazione di “presidi” artistici che permettano un dialogo attivo con altri artisti sia con la cittadinanza, nell’ottica di superare le barriere e la dualità spettacolo-spettatore a favore di una visione più inclusiva e generativa dell’attività per formativa.  Il progetto PARADISO, sopra ampiamente descritto, ne è l’ultimo esempio.

Nanou è sostenuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo / Direzione Generale per lo spettacolo dal vivo, da Regione Emilia-Romagna e dal Comune di Ravenna.

Descrizione dell'intervento

Dal 15 al 17 luglio 2023
percorso di ricerca coreografica per danzatori, danzatrici e performers.

Nel 2019 nasce Alphabet et Ultra, progetto formativo e coreografico realizzato dalla compagnia gruppo nanou, per danzatori, danzatrici e performers, con l’intento di offrire una borsa di studio comprendente il percorso di studio, gli alloggi e un sostegno ai viaggi, per 15 giorni intensivi di incontri formativi nel mese di luglio, sottolineando l’importanza dell’accessibilità alla formazione professionale. 

Alphabet et Ultra è un tempo dedicato alla ricerca e all'analisi degli strumenti coreografici e coreutici, un tempo dedicato alla trasmissione e al confronto tra coreografi e danzatori per tracciare i territori in cui si potranno verificare nuove tensioni artistiche. 

Il metodo Alphabet è uno strumento di ricerca coreografica e osservazione linguistica che fa del dialogo lo strumento di verifica e perfezionamento.
Condotto dal coreografo Marco Valerio Amico di gruppo nanou, il metodo Alphabet è un dialogo diretto con danzatori e danzatrici neo diplomati o di comprovata professionalità, per la trasmissione e la verifica del processo di scrittura coreografica della compagnia.
Per coreografia si intende l’insieme di istruzioni che orchestrano i diversi strumenti scenici (corpo, suono, luce, spazio).

L’incontro è un procedimento empirico: fornite alcune informazioni coreografiche per attivare un sistema di improvvisazione, scrittura istantanea e osservazione, il sistema coreografico, chiaro e semplice nelle sue informazioni, diviene il limite da praticare per generare e scoprire delle opportunità creative.
Le istruzioni vengono applicate sul piano spaziale (uso dello spazio), atletico, coreutico, sonoro, luminoso.
Si determina così un campo di osservazione dove evidenziare i nodi di una possibile scrittura coreografica che si nutre delle peculiarità dei soggetti coinvolti.
L’istruzione, pur rimanendo all’interno degli attori del sistema generato, deve farsi evidente e inequivocabile, non necessariamente decriptabile: quando osserviamo il firmamento ne percepiamo l’esattezza anche senza conoscerne le regole che permettono quei moti e quelle disposizioni spaziali.

I coreografi di Alphabet et Ultra 2023:

Marco Valerio Amico e Rhuena Bracci, coreografi di gruppo nanou;

Daniele Albanese, coreografo e insegnante di Alexander Technique;

Monica Francia, coreografa;

Francesca Proia, coreografa, danzatrice, insegnante di Yoga, autrice;

Stefania Tansini, coreografa.

Per i dettagli della chiamata pubblica e del curriculum dei coreografi, si veda il sito https://www.grupponanou.it/alphabet-et-ultra-chiamata-pubblica-2023/


Contribuisci a tutelare il patrimonio culturale italiano

Scopri come diventare un mecenate

Ente beneficiario

Nanou Associazione Culturale

Erogazioni ricevute

15.000,00 €

Mecenati

: 1

I mecenati che hanno scelto di essere visibili:
Fondazione Del Monte Di Bologna E Ravenna

COINVOLGI LA TUA COMMUNITY

Scopri come comunicare, promuovere e far votare il tuo progetto

1° fase

RACCONTA E CONDIVIDI

Utilizza la newsletter e i social media per raccontare il tuo progetto e il concorso. Chiedi a tutta la tua community di votare e di condividere il concorso tra i loro amici.

2° fase

USA L’HASHTAG

Condividi ogni contenuto utilizzando l’hashtag ufficiale #concorsoartbonus2024. In questo modo sarai rintracciabile da tutte le persone che lo utilizzeranno e potrai ampliare la tua community.

3° fase

METTI IN EVIDENZA

Metti in evidenza sui tuoi canali social un post che promuova il progetto. Ricordati di inserire il link alla pagina di votazione e di chiedere in modo chiaro alla tua community di votare.

4° fase

TROVA UN TESTIMONIAL

Coinvolgi un testimonial o un influencer che possa dare visibilità al tuo progetto e promuovere il concorso nella propria fan base.

Scopri altri progetti in gara nella stessa regione

Complesso Monumentale della Pilotta - La Nuova Pilotta
Parma

Complesso Monumentale della Pilotta - La Nuova Pilotta

vota il progetto
Comune di Premilcuore - Biblioteca Comunale, Servizi complementari al prestito librario
Premilcuore

Comune di Premilcuore - Biblioteca Comunale, Servizi complementari al prestito librario

vota il progetto