Immagini di Festa di Teatro Ecologico 22
Immagini di Festa di Teatro Ecologico 22
Immagini di Festa di Teatro Ecologico 22
Immagini di Festa di Teatro Ecologico 22
Immagini di Festa di Teatro Ecologico 22
Immagini di Festa di Teatro Ecologico 22
Immagini di Festa di Teatro Ecologico 22
Immagini di Festa di Teatro Ecologico 22
   
Immagini di Festa di Teatro Ecologico 22
Immagini di Festa di Teatro Ecologico 22
Immagini di Festa di Teatro Ecologico 22
Immagini di Festa di Teatro Ecologico 22
Immagini di Festa di Teatro Ecologico 22
Immagini di Festa di Teatro Ecologico 22
Immagini di Festa di Teatro Ecologico 22
Immagini di Festa di Teatro Ecologico 22

369gradi è un organismo di produzione che sostiene e produce arti performative nell'ambito dell'innovazione, della sperimentazione e della multidisciplinarietà. Dal 2013 a Stromboli (Messina) all’inizio dell’estate realizza la Festa di Teatro Eco Logico che, come ogni festa, è anzitutto occasione di incontro e di celebrazione. Incontro fra artisti del teatro, della musica, della danza e studiosi ed esperti in vari ambiti culturali, sociali e scientifici. Ed è occasione di incontro fra questi e il pubblico, riuniti sulla perla nera del mediterraneo per celebrare un tema, un anniversario, un personaggio o un’opera scelti per ciascuna edizione, in 10 giorni di eventi “a spina staccata”, vale a dire senza utilizzo di corrente elettrica per l’illuminazione e l’amplificazione.  I corpi del pubblico e dei performer (attori, cantanti, strumentisti, danzatori ma anche scrittori, vulcanologi, archeologhi, geologi, astronomi, filosofi o altri studiosi) sono illuminati dalla stessa luce, del “sole o l’altre stelle” (e fuochi e candele) e sono in relazione con il luogo della performance senza l’alterazione o l’imposizione acustica dell’amplificazione elettrica.   La Festa di Teatro Eco Logico è un’isola di disinquinamento acustico, un’occasione per rimettere l’essere umano al centro della performance dal vivo e un’occasione di risparmio energetico ed inoltre è una speciale occasione per visitare e conoscere Stromboli in modo originale e variegato. Seguendo gli appuntamenti offerti dalla Festa è possibile visitare posti e panorami non sempre accessibili: non soltanto luoghi naturali come grotte, spiagge, rocce e pendii o luoghi pubblici come il sagrato di una chiesa o la piazza o i moli d’attracco ma anche case e terrazze private che aprono le loro porte alla Festa e a coloro che vi partecipano.

L'ottava edizione della Festa festeggia due anniversari: il centenario della nascita di Margherita Hack e quello della prima pubblicazione delle Novelle per un Anno di Luigi Pirandello. Li abbiamo scelti tra molti altri centenari importanti a cui nel 2022 giustamente è stata e sarà data doverosa attenzione, il 1922 essendo stato un anno molto speciale e per tanti motivi (belli e meno belli) memorabile. Noi abbiamo assecondato una vocazione della nostra Festa emersa negli ultimi anni, quella di accostare arte e scienza, e ci ha colpiti in particolare una novella di Pirandello, "Pallottoline!". Il  protagonista, Jacopo Maraventano, è un appassionato di astronomia che si lancia in entusiastiche dissertazioni sul nostro posto nella galassia con sorprendenti visioni di grande modernità. La storia  offre immagini, temi e riflessioni che ben si prestano a ricordare il lavoro e il pensiero di Margherita Hack. Di lei e della grande stagione dell’astrofisica stellare di cui è stata protagonista ci parlerà la sua "successora" l'astrofisica Francesca Matteucci. In questi 9 giorni, dunque, volgeremo lo sguardo al cielo, attività che come scrive Ovidio nel primo canto delle Metamorfosi è peculiare all'uomo, una postura che ha ispirato artisti e scienziati nel corso dei secoli. Dal greco Arato di Soli (le cui suggestioni astronomiche verranno accompagnate da una composizione originale del musicista Gianluca Misiti) a Giacomo Leopardi, fino a Stephen Dedalus e Leopold Bloom nell'Ulisse di Joyce (di cui ricorre, anche, il centenario dalla prima pubblicazione e alle cui pagine "astronomiche"  dedicherà due serate Cristina Donadio, accompagnata dal musicista Maurizio Capone che suonerà i sassi di Stromboli) e al signor Palomar di Italo Calvino. 

"E non varrà meglio allora per ogni sciagura che ci occorra, per ogni pubblica o privata calamità, guardare in su e pensare che dalle stelle la terra, signori miei, ma neanche si suppone che ci sia, e che alla fin fine tutto è dunque come niente?" dice la voce narrante di un'altra novella, "Rimedio: la geografia" che leggeremo durante la serata di inaugurazione. Novella dopo novella dunque procederemo con "La Levata del Sole" e incontreremo  la famiglia Maraventano al gran completo in una mise en espace di "Pallottoline!"; dopodiché rievocheremo lo stravagante sguardo sulla natura di Raymond Queneau e reciteremo insieme le pagine di Calvino in cui Palomar guarda le stelle. Le stelle! "Luminaria sprecata" le definisce il lampionaio Quaqueo in un'altra novella ("Certi obblighi"): sono accese, ma non fanno luce. E tuttavia: che bella luminaria, che sono! Per vederle in tutto il loro splendore bisogna però allontanarsi dalle luci elettriche (responsabili dell’inquinamento luminoso): una cosa che a Stromboli è più facile, in assenza di illuminazione stradale. Ne approfitteremo non solo per individuare stelle e costellazioni ma anche per raccontare quello che ci nascondono: il silenzioso passaggio dei satelliti artificiali o il frenetico orbitare dei pianeti extrasolari. In questo viaggio saremo accompagnati dall’astrofisico Amedeo Balbi che ci indicherà dove trovare altre “pallottoline” e come sapere se sono abitabili o abitate.

Anche quest'anno, oltre agli incontri con artisti e scienziati, la Festa proporrà ulteriori momenti di condivisione come le attività di cura dell'isola, gli esercizi di meraviglia, il laboratorio teatrale per bambini e le ormai tradizionali chiacchiere da bar del giorno dopo.

 


Contribuisci a tutelare il patrimonio culturale italiano

Scopri come diventare un mecenate

Ente beneficiario

369Gradi Srl

Erogazioni ricevute

41.919,54 €

Mecenati

: 12

I mecenati che hanno scelto di essere visibili:
Divita Srl
Marina Sciarelli
Federico Camerini
Orpheo Italia
Raffaella Misiti


Totem Trekking Stromboli S.a.s.
Associazione Culturale Fabrica
Anna Maria Minciullo
Ettore Perozzi

COINVOLGI LA TUA COMMUNITY

Scopri come comunicare, promuovere e far votare il tuo progetto

1° fase

RACCONTA E CONDIVIDI

Utilizza la newsletter e i social media per raccontare il tuo progetto e il concorso. Chiedi a tutta la tua community di votare e di condividere il concorso tra i loro amici.

2° fase

USA L’HASHTAG

Condividi ogni contenuto utilizzando l’hashtag ufficiale #concorsoartbonus2024. In questo modo sarai rintracciabile da tutte le persone che lo utilizzeranno e potrai ampliare la tua community.

3° fase

METTI IN EVIDENZA

Metti in evidenza sui tuoi canali social un post che promuova il progetto. Ricordati di inserire il link alla pagina di votazione e di chiedere in modo chiaro alla tua community di votare.

4° fase

TROVA UN TESTIMONIAL

Coinvolgi un testimonial o un influencer che possa dare visibilità al tuo progetto e promuovere il concorso nella propria fan base.

Scopri altri progetti in gara nella stessa regione

Associazione Musicale Muzio Clementi - Festival I Bemolli sono Blu, Viterbo in Musica
93 voti
Roma

Associazione Musicale Muzio Clementi - Festival I Bemolli sono Blu, Viterbo in Musica

369gradi - Festa di Teatro Ecologico 22
450 voti
Roma

369gradi - Festa di Teatro Ecologico 22