I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

La Società Amici della Musica "Guido Michelli" di Ancona è stata fondata nel 1914 ed è quindi attiva da più di cento anni, traguardo che poche Società Concertistiche italiane possono vantare.

Fin dalla fondazione la Società ha organizzato con continuità Stagioni Concertistiche, tranne negli anni delle due Guerre Mondiali.

Scopo della Società è quello di dare al pubblico anconetano l’opportunità di ascoltare gli stessi interpreti che si trovano regolarmente nei cartelloni delle più prestigiose sale da concerto internazionali. Agli artisti di fama internazionale vengono alternati giovani musicisti emergenti, avendo cura di mantenere sempre altissimo il livello degli esecutori.

Si sono esibiti per noi, in passato, musicisti entrati nella leggenda, come Arturo Benedetti Michelangeli, Sviatoslav Richter, il Quartetto Italiano o il Trio di Trieste; in anni più recenti artisti di grandissima fama come Uto Ughi, Ivo Pogorelich, Viktoria Mullova, Alexander Lonquich, Krystian ZimermanAntonio Pappano, Misha Maisky.

Nella convinzione che la conoscenza e l'amore per la musica classica siano una ricchezza da condividere, è dedicata particolare attenzione alla formazione del pubblico: vengono organizzati, quando possibile, incontri con gli artisti, guide all'ascolto e prove aperte. Grandissima cura è rivolta alla diffusione della musica classica tra i giovani, facilitando il più possibile il loro accesso ai concerti.

Collaboriamo con le principali realtà culturali regionali, prima fra tutte la FORM - Orchestra Filarmonica Marchigiana.

La Società si avvale attualmente della Direzione Artistica del professor Guido Barbieri, importante musicologo e critico musicale, nonché voce notissima di RadioRai Tre.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 50.000,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Dopo la Centestima Stagione Concertistica, l'attività degli Amici della Musica di Ancona riprende con nuove proposte musicali, sempre secondo il criterio di chiamare ad esibirsi interpreti di altissimo livello ma lasciando anche spazio alla creatività di musicisti giovani eppure già sorprendentemente maturi dal punto di vista artistico. I programmi presentati saranno di grande varietà, per coinvolgere un pubblico sempre più vasto e variegato. I fondi raccolti tramite il meccanismo dell'Art Bonus contribuiranno a sostenere le spese dei compensi e dell'ospitalità degli artisti. Il programma della Stagione 22/23 è kl seguente:

Domenica 23 ottobre 2022
Teatro Sperimentale ore 18.00

MICHELE CAMPANELLA pianoforte
MONICA LEONE pianoforte

Ludwig van Beethoven: Sinfonia n. 9 in re minore.
Versione per due pianoforti di Franz Liszt


Domenica 27 novembre 2022
Teatro Sperimentale ore 18.00

Virtuosissima sirena. Una serata in casa Strozzi, ascoltando Barbara

LAURA CATRANI soprano
ACCADEMIA DELL’ANNUNCIATA, direttore RICCARDO DONI

Musiche di Barbara Strozzi


Martedì 20 dicembre 2022
Teatro delle Muse ore 20.30

Concerto di Natale

ANDREA OBISO violino
FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana
Direttore da definire

Musiche di Sergej Prokof’ev 

In collaborazione con Università Politecnica delle Marche e con
FORM – Fondazione Orchestra Regionale delle Marche

Martedì 24 gennaio 2023
Teatro Sperimentale ore 20.30

Concerto per la Memoria

GABRIELE PIERANUNZI violino
ROMA TRE ORCHESTRA, direttore PIETRO BORGONOVO

Kurt Weill: Concerto per violino op. 12
Gustav Mahler: Sinfonia n. 1 in re maggiore. Versione per 15 strumenti di Iain Farrington


Venerdì 10 febbraio 2023
Teatro Sperimentale ore 20.30

ORAZIO SCIORTINO pianoforte

Musiche di Franz Liszt, Béla Bartók, Orazio Sciortino


Domenica 26 febbraio 2023
Teatro Sperimentale ore 18.00

LORENZA BORRANI violino
ALESSANDRO TAVERNA pianoforte

Musiche di Alfred Schnittke, Franz Schubert, Sergej Prokof‘ev


Domenica 5 marzo 2023
Teatro Sperimentale ore 18.00

Impurissima foemina. Storia di Caterina Medici abbruciata viva in Milano come strega famosa

ARS LUDI (Leone d’argento Biennale Musica di Venezia 2022)
Ensemble vocale FARAUALLA

Prologo di Guido Barbieri

Musiche di Giorgio Battistelli, Guillaume de Machaut, Tomas Luis de Victoria, Francesco Filidei, Lou Harrison, Lorenzo Pagliei, Henry Purcell, Gabriella Schiavone


Domenica 26 marzo 2023
Teatro Sperimentale ore 18.00

QUARTETTO NOUS

Musiche di Dmitrj Šostakovič e Ludwig van Beethoven


Venerdì 14 aprile 2023
Teatro Sperimentale ore 20.30

Minimo. Omaggio a Giya Kancheli a tre anni dalla morte
Con la proiezione dei film per i quali Kancheli ha composto Miniature

MANUEL ZURRIA flauto
OSCAR PIZZO pianoforte

Musiche di Giya Kancheli, Arvo Pärt e dei compositori ucraini Valentyn Syl'vestrov e Vladimir Tarnopolsky (prima esecuzione assoluta)


Giovedì 27 aprile 2023
Teatro delle Muse ore 20.30

MARCO RIZZI violino
FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana
Direttore da definire

Musiche di Felix Mendelssohn 

In collaborazione con Università Politecnica delle Marche e con
FORM – Fondazione Orchestra Regionale delle Marche


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO Non definito (Sostegno generico)

 slide
 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Il Festival Organistico della Marca Anconetana giunge, con l'edizione 2022, al suo quarto anno. Prosegue quindi questa prestigiosa iniziativa che comiuga la tradizione culturale radicata nel territorio con l'innovazione portata dai giovani interpreti. Questi ultimi infatti si confrontano con i preziosi strumenti antichi riportati a nuova vita grazie ad un'attenta attività di restauro e manutenzione, realizzata negli anni grazie al contributo della Fondazione Cariverona. Anche per questa edizione la valorizzazione degli strumenti cusotditi nel territorio passa attraverso l'accostamento, sullo stesso strumento, tra un giovane inteprete che sta completando il proprio perfezionamento e un organista già affermato a livello internazionale. In particolare poi proprio il primo appuntamento vedrà il confronto tra due scuole di formazione, il Conservatorio "G. Rossini" di Pesaro e il Conservatorio "E. F. Dall'Abaco" di Verona. Il programma dell'intero Festival è quindi il seguente:

Venerdì 2 settembre, Chiesa di San Venanzo, Albacina (AN):
Ore 18.30
INCONTRO TRA CONSERVATORI:
GIOVANI ORGANISTI A CONFRONTO
Giovanni Mandonico, Conservatorio "G. Rossini" di Pesaro - Francesco Botti, Conservatorio "E. F. Dall'Abaco" di Verona

Ore 21.15
JUAN MARIA PEDRERO organo

Organo Gaetano Callido op. 96, 1774


Sabato 10 settembre, Chiesa di San Lorenzo Martire, Mergo (AN):

Ore 18.30
ANDREA PEDRAZZINI organo

Ore 21.15
MARKKU MÄKINEN organo

Organo Sebastiano Vici, 1790 circa


Domenica 11 settembre, Chiesa di San Biagio al Poggio di Ancona

Ore 18.30:
HENK DE VRIES organo

Organo di autore anonimo, sec. XVI - XVII

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 5.000,00 €

 slide
 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Accanto all'iniziativa del Festival Organistico della Marca Anconetana, la Società Amici della Musica "G. Michelli" di Ancona intende promuovere la realizzazione di una registrazione discografica (CD), come mezzo per continuare a favorire la conoscenza, la valorizzazione e la divulgazione del patrimonio organario marchigiano.

Riteniamo infatti che il fine ultimo di un intervento di restauro di un organo antico sia quello di far rivivere lo strumento e di far sì che il pubblico apprezzi tutte le sue possibilità tecniche ed espressive: uno strumento antico che rimane silente, anche se restaurato, resta infatti un pezzo da museo, destinato a ricadere, presto o tardi, nell’oblio.

E per raggiungere un pubblico più vasto possibile e non confinato solo agli usuali frequentatori della chiesa in cui l’organo è custodito, siamo convinti che la registrazione discografica sia un ottimo mezzo per divulgare e promuovere la conoscenza di tanti preziosi strumenti e, in generale, della musica organistica, specie in un momento così delicato e difficile per l’arte e la cultura in Italia.

Nel panorama regionale, in particolare, esistono alcuni interessanti strumenti storici restaurati dalla Cassa di Risparmio di Verona, Vicenza, Belluno e Ancona che, a partire dal 1997, ha finanziato il restauro dei seguenti significativi strumenti in provincia di Ancona, strumenti che hanno trovato voce anche nel Festival Organistico della Marca Anconetana:

- Poggio di Ancona (AN), Chiesa di San Biagio, organo di autore anonimo (fine XVI secolo – prima metà del XVII secolo), restaurato da Giorgio Carli nel 1997. Lo strumento è stato oggetto di un recente intervento ad opera di Deniel Perer tra settembre 2020 e settembre 2021;

- Polverigi (AN), Chiesa del SS. Sacramento, organo costruito da Venanzio Fedeli nel 1736, restaurato da Marco Fratti nel 2003;

- Castelferretti (AN), Chiesa di S. Andrea Apostolo, organo costruito da Pietro Nacchini nel 1740 circa, restaurato da Marco Fratti nel 2003.

L’importanza e il pregio di questi strumenti giustificherebbe e anzi raccomanderebbe una (prima!) registrazione discografica volta ad illustrare al meglio le loro potenzialità.

Il programma sarebbe naturalmente dedicato al repertorio italiano coevo agli strumenti in questione, dal XVI al XIX secolo, con particolare riferimento ad importanti autori marchigiani e veneti:

Luigi Battiferri (1610ca -1682); Bernardo Pasquini (1637-1710); Antonio Vivaldi (1678-1741); Alessandro Scarlatti (1660-1725); Domenico Scarlatti (1685-1757); Giuseppe Tartini (1692-1770); Giuseppe Antonio Paganelli (1710-1763); Niccolò Moretti (1763-1821); Gaetano Valeri (1760-1822).

La registrazione discografica potrebbe poi essere eventualmente ceduta ad una casa discografica di rilevanza internazionale come, ad esempio, l’etichetta olandese Brilliant Classics (https://www.brilliantclassics.com/).


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 60.000,00 €

 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Con la Stagione 2021/2022, la Società Amici della Musica Guido Michelli di Ancona ha raggiunto il prestigioso traguardo delle cento Stagioni Concertistiche, con più di mille concerti all'attivo.
La Stagione si è aperta in ottobre con un omaggio a Dante Alighieri attraverso le figure di animali, veri o immaginari ma con una forte carica simbolica, presenti nella Divina Commedia. Vox in bestia è un progetto della cantante Laura Catrani, insieme con lo scrittore Tiziano Scarpa, testi e voce narrante, Peppe Frana, chitarra elettrica, e con le musiche di Fabrizio De Rossi ReMatteo FranceschiniAlessandro Solbiati e compositori del tempo di Dante. I due concerti di Johannes Brahms hanno concluso il progetto dedicato all'esecuzione dei grandi concerti per pianoforte e orchestra del periodo romantico, progetto realizzato in collaborazione con la FORM - Orchestra Filarmonica Marchigiana. Il Secondo Concerto (15 ottobre) era affidato al solista Benedetto Lupo, considerato uno dei talenti più interessanti e completi della sua generazione, mentre il Primo Concerto (21 dicembre) ha visto l'esibizione di Nelson Goerner, le cui interpretazioni pianistiche sono considerate vette irraggiungibili di poesia e padronanza tecnica. Altra star indiscussa del concertismo internazionale, il pianista Nicolaij Luganskij si è esibito per noi a novembre, per la prima volta in Ancona, con un meraviglioso programma. La Stagonie è proseguita poi con numerosi altri appuntamenti e con interpreti di grande prestigio, tra cui: il duo composto dalla violinista Carolin Widmann e dal pianista Gabriele Carcano; il duo Francesco Senese ed André Gallo, anche in questo caso violino e pianoforte, che hanno portato avanti l'esecuzione completa delle Sonate di Beethoven per questi due strumenti, così come il duo violoncello e pianoforte Francesco Dillon ed Emanuele Torquati, impegnati a loro volta nelle Sonate per violoncello e pianoforte del Genio di Bonn. La musica del Seicento italiano è stata protagonista del concerto dell'ensemble La Gioiosa Marca, dal titolo Follie all'italiana, che ha evidenziato i fertilissimi scambi tra musica colta e musica popolare, mentre una vera e propria incursione nella musica popolare è stato il concerto dell'Orchestra Popolare Italiana, diretta dall'etnomusicologo Ambrogio Sparagna. Abbiamo poi ospitato il Quartetto Werther, composto da musicisti poco più che ventenni, ma che possono già vantare importanti riconoscimenti, mentre la Stagione si è chiusa nel mese di aprile con un capolavoro assoluto: la Passione secondo Giovanni di J. S. Bach.


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 10.000,00 €

 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

La Società Amici della Musica “G. Michelli” di Ancona (www.amicimusica.an.it), nella persona del proprio Presidente e Legale Rappresentante, Dott. Guido Bucci e con la direzione artistica del Maestro Luca Scandali, è da diversi anni interessata ed impegnata sul fronte della valorizzazione del ricco patrimonio organario della provincia dorica, vslorizzazione che procede di pari passo con l'impegno a far conoscere ad un pubblico più vasto possibile le tipicità e le attrattive dei luoghi che custodiscono gli organi stessi; questa esigenza è ritenuta di primaria importanza.

Come noto, il patrimonio organario storico delle Marche è infatti, per molti motivi, di grande e primario interesse. Primo fra tutti la considerevole quantità di strumenti di cui si compone, completamente censita e consistente in circa 750 strumenti, molti dei quali restaurati e in buone condizioni. Tale patrimonio si compone di una quantità significativa di strumenti costruiti da organari di origine marchigiana o appartenenti a questa scuola organaria, ma anche di strumenti costruiti da organari appartenenti ad altre scuole, come quella napoletana, romana, abruzzese, umbra, toscana, emiliana, lombarda e veneta. In particolare, all’interno di un patrimonio di tale ricchezza, è soprattutto la scuola veneta ad essere rappresetata da molti e importanti costruttori. Primi fra tutti, dal punto di vista sia quantitativo che qualitativo degli strumenti superstiti, Pietro Nacchini (1694-1769) e soprattutto Gaetano Callido (1727-1813).

Anche per il 2021 quindi la Società AMici della Musica "G. Michelli" ha organizzato una edizione del Festival Organistico della Marca Anconetana: tale Festival avrà luogo nella prima metà del mese di settembre ed è stato concepito quale vetrina per alcuni fra i più rappresentativi luoghi e strumenti storici delle Marche. Il festival consiste in 2 concerti che prevedono la partecipazione di organisti noti a livello internazionale; oltre a questo aspetto, è preciso intento degli Amici della Musica includere nel Festival un ciclo di 3 concerti di giovani e promettenti organisti under 35 particolarmente meritevoli, iniziativa alla quale si guarda con particolare interesse, per un totale di 5 concerti, analogamente quanto realizzato nel 2020. In dettaglio:

- Sabato 4 settembre, Auditorium S. Francesco, Castelfidardo, ore 18.30, concerto del Maestro Andrea Paglia under 35

-  Sabato 4 settembre, Auditorium S. Francesco, Castelfidardo, ore 21.15, concerto del Maestro Paul Goussot (Francia)

-  Sabato 18 settembre, Chiesa di San Venanzo, Albacina, ore 18.30, concerto del Maestro Daniele Perussini under 35

-  Sabato 18 settembre, Chiesa di San Venanzo, Albacina, ore 21.15, concerto del Maestro Javier Artigas Pina, insieme con il suo allievo Alfonso Saez Docon (Spagna), per orga no e organo a quattro mani

-  Domenica 19 settembre, Chiesa di San Biagio al Poggio di Ancona, concerto del Maestro Deniel Perer under 35, insieme con Davide Giacuzzo, tromba naturale.


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 9.000,00 €

 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

L’edizione 2020 del Festival Organistico Della Marca Anconetana si è tenuta, come da programma, dal 5 al 13 settembre in diversi centri della provincia di Ancona e si è articolata in cinque eventi, come previsto. In ogni fase del lavoro sono state rispettate scrupolosamente tutte le disposizioni emanate dalle autorità preposte per il rischio Covid 19.

In dettaglio i cinque eventi realizzati sono stati i seguenti:

  • Albacina (AN), chiesa di San Venanzo. Organo Gaetano Callido op. 96, 1774: Sabato 5 settembre 2020, ore 18.30, Nicolò Antonio Sari, under 35 

  • Albacina (AN), chiesa di San Venanzo. Organo Gaetano Callido op. 96, 1774: Sabato 5 settembre 2020ore 21.15, Philipp Christ (Suhl, Germania) 
  • Polverigi (AN), chiesa del SS. Sacramento. Organo Venanzio Fedeli, 1738: Venerdì 11 settembre 2020, ore 18.00, Alberto Gaspardo, under 35 

  • Polverigi (AN), chiesa del SS. Sacramento. Organo Venanzio Fedeli, 1738: Venerdì 11 settembre 2020, ore 21.00, Peter Waldner (Innsbruck, Austria) 
  • Poggio di Ancona (AN), chiesa di San Biagio. Organo di autore anonimo, sec. XVI - XVII: Domenica 13 settembre 2020, ore 18.00, Deniel Perer, under 35. 

Il M° Deniel Perer è stato anche responsabile del lavoro di manutenzione dell’organo di San Biagio al Poggio di Ancona.

Il Festival Organistico 2020 è stato concepito quale vetrina per alcuni fra i più rappresentativi luoghi e strumenti storici delle Marche ed era caratterizzato dall’affiancare interpreti di rilievo internazionale (i Maestri Christ e Waldner, in questo caso) con giovani organisti emergenti (under 35) particolarmente meritevoli, per un totale di cinque concerti.

Per tutti i concerti è stato coinvolto il territorio e c’è stata una buona partecipazione della cittadinanza: gli Enti locali hanno concesso il proprio patrocinio agli eventi, mentre le Associazioni di cittadini delle varie comunità hanno collaborato attivamente sia per garantire il rispetto delle misure anti – contagio, e quindi la sicurezza di tutti, sia per fornire accoglienza agli artisti coinvolti. Per quanto riguarda in particolare i concerti ad Albacina e a Polverigi c’è stato anche un ritorno economico, dato che gli artisti sono stati ospitati presso strutture ricettive locali.

Il pubblico ha assistito numeroso a tutti i concerti. La comunicazione del Festival è stata effettuata mediante un manifesto unico per l'intera rassegna, posizionato in luoghi strategici in ciascuna delle aree coinvolte; è stato inoltre prodotto un libretto illustrativo contenente il programma musicale di ogni concerto nonché le biografie dei musicisti e la descrizione degli organi utilizzati: le Associazioni locali hanno curato la distribuzione di tali libretti, ciascuna per la propria zona di competenza.


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 25.000,00 €

 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

La programmazione della Stagione Concertistica 20/21 è stata completata quando si pensava di poter tornare normalmente a teatro. La situazione dei contagi però ha obbligato a chiudere nuovamente al pubblico le sale teatrali. La Società Amici della Musica ha potuto perciò realizzare in presenza solo il concerto del 17/10/2020, il Duo Dillon – Torquati, violoncello e pianoforte, primo appuntamento di un ciclo di concerti dedicati alle Sonate per violoncello e pianoforte di Beethoven, omaggio al genio di Bonn in occasione dei 250 anni dalla nascita. Gli Amici della Musica hanno comunque deciso di proseguire la propria attività grazie ai mezzi tecnologici, con lo scopo non solo di continuare ad offrire al pubblico l’ascolto della grande musica, ma soprattutto di offrire un momento di svago in un periodo molto difficile. Abbiamo perciò ideato una nuova programmazione di eventi senza pubblico, da trasmettere via streaming; ogni volta che è stato possibile, abbiamo effettuato una trasmissione in diretta, proprio come se si stesse assistendo al concerto in presenza. L’accesso allo streaming è stato sempre gratuito: anche se questo ha comportato per noi non avere entrate da biglietteria, ci ha garantito però di non perdere il contatto con il pubblico e ci ha consentito di raggiungere spettatori che normalmente non avremmo raggiunto. Alcuni di questi concerti sono stati realizzati in collaborazione con la Rete regionale Marche Concerti, suddividendo così le spese della diretta streaming professionale e i compensi degli artisti invitati. Di seguito viene indicato il calendario completo della programmazione in streaming realizzata dalla Società “G. Michelli” nel periodo dicembre 2020 – aprile 2021. I concerti realizzati in collaborazione con la Rete Marche Concerti sono espressamente indicati. Le donazioni raccolte tramite la piattaforma Art Bonus sono state tutte utilizzate per sostenere le spese per compensi artisti e service dei concerti realizzati autonomamente.

  • 17 ottobre 2020, Teatro Sperimentale. Presenza e diretta streaming

FRANCESCO DILLON, violoncello; EMANUELE TORQUATI, pianoforte

  • 4 dicembre 2020, Sala Melpomene del Teatro delle Muse. Streaming

LAURA CATRANI, soprano; ELISA LA MARCA, liuto e tiorba. Con Marche Concerti

  • 27 gennaio 2021, Ridotto del Teatro delle Muse. Diretta streaming

Concerto per la Memoria: L’chaim/Alla vita

DELILAH GUTMAN, voce e pianoforte; FILIPPO DIONIGI, clarinetti e sax; SIMONE ZANCHINI, fisarmonica

  • 20 marzo 2021, Associazione ZonaMusica Ancona. Streaming

IL MUSICISTA SMEMORATO. Concerto Animato per i piccoli spettatori

  • 4 aprile 2021, Cattedrale di San Ciriaco di Ancona. Streaming

Concerto di Pasqua: le Cantate sacre di Georg Philipp Telemann

MAURO BORGIONI, baritono; ACCADEMIA HERMANS; FABIO CIOFINI, clavicembalo e maestro di concerto. Con Marche Concerti

  • 13 aprile 2021, Museo Tattile Statale Omero. Diretta streaming

Francesco Landini: l’occhio del cor

ENSEMBLE LAREVERDIE; CRISTOPHE DESLIGNES, organo portativo


NOTE Intervento archiviato