I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 N.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

DESCRIZIONE: NELLA CIMASA, Eterno Benedicente tra angeli; NELLA PREDELLA, Vir Pietatis tra la Vergine dolente e Sna Giovanni Evangelista TEMPERA SU TAVOLA; 300 X 150 CM.

ATTRIBUZIONI: Pittore unbro laziale attivo nella seconda metà del XV secolo, l'opera proviene  dalla chiesa di San Giovanni Battista ed è stata in passato attribuita a Piermatteo d'Amelia. L'autore va invece identificato in un anonimo artista che visse nella stessa epoca e che certamente partecipò dello stesso ambiente culturale ed artistico.

L'opera di altissima qualità pittorica necessita di un intervento di resaturo integrale che avrà carattere sia conservatico che reintegrativo e che sarà accompagnato da una serie di analisi strumentali non invasive grazie alle più moderne tecnologie, mirato all'eliminazione dei vecchi ritorcchi risalenti agli anni '80 e al recupero della stesura originale.

Informazioni sullo stato della conservazione

L'opera versa in cattive condizioni, l'intervento negli anni '80 del secolo scorso, consistente in una serie di interventi di velinature interinali e di restauro atti a salvaguiardare l'integrità della pellicola pittorica è ormai datato e allo stato attuale le alterazioni materiche potrebbero aver reso meno reversibile l'intervento e complicare le operazioni di rimozione. La tavola è altresì particoalrmente sensibile alle variazioni di unmidità relativa, in particolare sono visibili aree con diffuso sollevamento di colore, in particolare con direzione verticale in corrispondenza della giunzione delle tavole componenti la tavola. La tavola pittorica è interessata da diffusi sollevamenti di preparazione e colore, disposti a cresta lngo le fibre del legno e da piccole cadute

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

La tavola è conservata presso la Pinacoteca Comunale ubicata al secondo piano del Museo Civico Archeologico  nei seguenti orari:

Orari di apertura:
gennaio - marzo/ ottobre - dicembre
sabato, domenica e festivi 10.00-13.00 / 15.00-17.00
aprile - maggio
venerdì, prefestivi 15.30-18.00
sabato, domenica e festivi 10.00-13.00 / 16.00-18.00
giugno - settembre
da giovedì a lunedì, prefestivi e festivi 10.00-13.00 / 16.00-18.30

Sistema Museo | musei - Museo Archeologico e Pinacoteca

 

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Lavori in corso

COSTO COMPLESSIVO 42.822,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Il progetto prvede lo smontaggio dell'opera e il trasferimento della stessa in un laboratorio specializzato unitamente al supporto espositivo. L'intervento di restauro , che avrà carattere sia conservativo che reintegrativo, sarà preceduto e accompagnato da una serie di indagini strumentali non invasive condotte, all'interno di un lavoratorio specializzato da tecnici specializzati e che guideranno il delicato intervento di pulitura, da confermare dopo le analisi riflettografiche e radiologiche mirato essenzialmente all'eliminazione dei vecchi ritocchi e al recupero della stesura originale.

Si prevedono analisi delle fluorescene all'ultravioletto, Riflettografia in IR, infrarosso a falsi colori, radiografie osservazioni con videomicroscopio a fibre ottiche ed analisi chimico stratigrafiche sa eseguire su microrilievi.

Le operazioni di restauro saranno condotte sulla base delle indicazioni fornite dalle analisi effettuate e secondo metodologie concordate con la Soprintendenza Archeologia belle arti e paesaggio dell'Umbria