Immagini di MUSEO DELL’ARA PACIS AUGUSTAE
Immagini di MUSEO DELL’ARA PACIS AUGUSTAE
   
Immagini di MUSEO DELL’ARA PACIS AUGUSTAE
Immagini di MUSEO DELL’ARA PACIS AUGUSTAE

Le fue foto in copertina mostrano il monumento come appare oggi dopo (foto ©ERCO, Photography Marcela Schneider Ferreira, 2021) e prima dell'operazione di "relamping" (foto ©ERCO, Photography Thomas Mayer, 2006).  Grazie a questo intervento è stata donata ‘nuova luce’ all’Ara Pacis Augustae e al Museo che ne racconta la straordinaria storia, senza trascurare lo spazio destinato alle mostre temporanee: in virtù infatti dell'intervento congiunto della Maison Bulgari, che ha offerto 120 mila euro con un atto di mecenatismo,  e di Roma Capitale, che ha contribuito all’operazione con proprie risorse, per un importo di oltre 86,3 mila euro, è stato possibile intervenire sull’illuminazione del piano superiore del Museo e sull’illuminazione dello spazio espositivo, al piano inferiore. Il progetto, realizzato con interventi notturni, che hanno consentito di evitare qualsiasi interruzione ai servizi museali e all’accessibilità del Monumento, ha comportato la sostituzione nei principali spazi del Museo dei corpi illuminanti alogeni con lampade LED di nuova generazione. Contemporaneamente, è stato potenziato il sistema di illuminazione dello spazio dedicato alle mostre temporanee con la posa in opera di nuovi binari e l’aumento dei punti luce e delle lampade, anche in questo caso con tecnologia LED.

L'obiettivo primario della Sovrintendenza Capitolina è stato quello di migliorare la qualità visiva del monumento e la percezione degli spazi architettonici, in continuità con la direzione artistica dell’architetto Richard Meier, ideatore e progettista del complesso museale, che ha voluto seguire, vagliare e confermare l’attuale intervento sull'illuminazione.
Il relamping dell’Ara Pacis rappresenta anche un grande passo avanti nel segno della sostenibilità e del rispetto delle recenti direttive europee sul risparmio energetico: le nuove lampade consentono di ridurre a un settimo il precedente consumo di energia elettrica e di conseguenza i costi di gestione. La potenza nominale dell’impianto di illuminazione passa infatti dai 57 kW delle lampade alogene agli 8,4 kW dei LED, riducendo il carico elettrico dell’85%.
Ridotti al minimo anche i costi di manutenzione: i nuovi corpi illuminanti presentano specifiche tecniche molto elevate sia in termini di mantenimento del flusso luminoso nel tempo (su 50.000 ore di funzionamento è garantito il 90% del flusso luminoso iniziale sul 90% dei corpi illuminanti) che in termini di integrità del sistema (è previsto che 1 solo LED ogni 1000 installati possa guastarsi in 50.000 ore di funzionamento). Ciò significa che il nuovo impianto riduce al minimo le esigenze manutentive per tutta la sua vita utile, mantenendo sostanzialmente inalterato il livello prestazionale iniziale nel tempo.
Notevoli anche le possibilità tecniche implementate con l’intervento: è ora possibile agire sulla gradualità dell’illuminazione, programmando diversi “scenari” (notte/giorno; estate/inverno; sottolineature luminose) che giovano alla fruibilità del complesso e alla visibilità dell’altare. L’intervento è stato eseguito con corpi illuminanti dalla ERCO, azienda nota a livello internazionale nel campo dell’illuminazione architetturale e artistica.

Il Museo dell’Ara Pacis fa parte del patrimonio monumentale di Roma Capitale. Collocato nel centro storico di Roma, sul Lungotevere in Augusta, il Museo custodisce l’altare dedicato da Augusto alla Pax da lui imposta sul nascente impero romano. Il monumento è precisamente datato dal 13 al 9 a.C. e rappresenta l’opera di scultura forse più rappresentativa del principato di Augusto e del momento storico di passaggio dalla Repubblica all’Impero. Il Museo, concepito secondo le prescrizioni più aggiornate della museologia, è stato progettato dall’architetto statunitense Richard Meier e inaugurato nel 2006. Nel 2012, visto il notevole successo e l’affluenza del pubblico nella struttura, il Museo è stato dotato di uno spazio mostre che, da quell’anno, non ha mai cessato la sua attività, svolta in parallelo con la visita al monumento archeologico. Il complesso museale dell’Ara Pacis costituisce l’unica opera di architettura contemporanea realizzata entro il perimetro delle Mura Aureliane dal secondo dopoguerra ad oggi.


Contribuisci a tutelare il patrimonio culturale italiano

Scopri come diventare un mecenate

Ente beneficiario

Comune di Roma

Erogazioni ricevute

120.000,00 €

Mecenati

: 1

I mecenati che hanno scelto di essere visibili:
BULGARI S.p.A.

Scopri altri progetti in gara nella stessa regione

Organo della chiesa di S. Maria del Suffragio ad Amatrice danneggiato dal sisma del 24 agosto 2016 e custodito presso il Deposito di Cittaducale (RI) - Restauro
20° posto | 2242 voti
Cittaducale

Organo della chiesa di S. Maria del Suffragio ad Amatrice danneggiato dal sisma del 24 agosto 2016 e custodito presso il Deposito di Cittaducale (RI) - Restauro

Fondazione MAXXI  -   Attività 2019/2020
27° posto | 1547 voti
Roma

Fondazione MAXXI - Attività 2019/2020