Immagini di Fiori di carta. Usi, costumi e mode del Giappone Edo-Meiji nella collezione Coronini Cronberg
Immagini di Fiori di carta. Usi, costumi e mode del Giappone Edo-Meiji nella collezione Coronini Cronberg
Immagini di Compendio museale di Palazzo e Parco Coronini Cronberg
   
Immagini di Fiori di carta. Usi, costumi e mode del Giappone Edo-Meiji nella collezione Coronini Cronberg
Immagini di Fiori di carta. Usi, costumi e mode del Giappone Edo-Meiji nella collezione Coronini Cronberg
Immagini di Compendio museale di Palazzo e Parco Coronini Cronberg

Palazzo Coronini Cronberg è un palazzo cinquecentesco circondato da un parco all'inglese di 5 ettari e composto da 30 sale di cui 15 visitabili, arredate come quando la famiglia Coronini lo abitava (fino al 1990). Nel 1836 fu ospitato Carlo X, l'ultimo re di Francia in esilio, che vi morì il 6 novembre dello stesso anno. La famiglia Coronini si è estina il 13 settembre 1990 con la morte dell'ultimo esponente, il conte Guglielmo Coronini,che ha lasciato un testamento in cui stabilisce la nascita di una Fondazione museo a favore della collettività. Gli scopi e le principali attività svolte dalla Fondazione: restaurare, conservare e rendere fruibili al pubblico le sale del palazzo, gli arredi e le collezioni d'arte ivi contenuti. La Fondazione si occupa di restauri, ricerche storico artistiche sul proprio patrimonio, organizza mostre, convegni, conferenze, visite guidate, laboratori e visite didattiche per le scuole, ospita manifestazioni culturali e collabora con musei e istituzioni culturali (pubbliche e private) italiani e stranieri

Descrizione dell'intervento

Il progetto, che costituirà la principale iniziativa culturale organizzata a Palazzo Coronini Cronberg nel 2022, consisterà in una mostra, allestita nella sala esposizioni delle Scuderie e all’interno del Palazzo, che si propone di proseguire il percorso di studio e valorizzazione delle collezioni lasciate dal conte Guglielmo Coronini, già portato avanti negli ultimi anni. Il tema trattato dalla mostra costituirà anche il principale filo conduttore intorno a cui si svolgeranno tutte le attività e le iniziative culturali della Fondazione: conferenze, visite a tema, eventi teatrali e musicali, progetti didattici, eventi enogastronomici.

LA MOSTRA

Curata dalle professoresse Rossella Menegazzo e Virginia Sica dell’Università degli Studi di Milano, dal dottor Cristian Pallone dell’Università degli Studi di Bergamo e dalla dottoressa Cristina Bragaglia della Fondazione Palazzo Coronini Cronberg, autori anche del catalogo, la mostra sarà incentrata sul nucleo di opere giapponesi appartenenti alle nostre collezioni, costituito perlopiù da silografie policrome e pagine di volumi stampati con la stessa tecnica silografica che saranno esposte per la prima volta al pubblico. Tali opere offrono un’interessante testimonianza del successo nazionale e internazionale del filone artistico dello ukiyoe (“immagini del Mondo Fluttuante”), ma anche del ruolo centrale che l’editoria ricoprì a partire dall’epoca Edo (1603-1867) nel processo di alfabetizzazione e di diffusione di prodotti a stampa anche a scopo di intrattenimento.

Le tematiche evidenziate sono quelle principali del genere ukiyoe di epoca Edo - paesaggi di località celebri, ritratti di beltà e di attori kabuki, usi e costumi, le mode in auge al tempo - ma alcune stampe toccano anche gli eventi che segnarono la storia del Giappone di era Meiji (1868-1912): il conflitto bellico con la Cina (1894-95) ad esempio, e l’incontro con l’Occidente, con le sue novità scientifiche e tecnologiche e i sui aspetti esotici (il circo con gli elefanti), divenuti soggetto essi stessi delle stampe o oggetto di sperimentazione artistica (l’applicazione di tecniche prospettiche, chiaroscurali e ombre, il disegno dal vero).

Ciò che si vuole evidenziare, dunque, è non tanto l’aspetto artistico già noto al pubblico, ma il contesto storico, sociale ed economico del Giappone Edo e Meiji che queste opere a stampa documentano.

INIZIATIVE COLLATERALI E ALTRI EVENTI

Nel corso dell’anno la mostra sarà affiancata da una serie di iniziative collaterali, conferenze, visite a tema, eventi teatrali e musicali, progetti didattici, eventi enogastronomici, all’insegna della divulgazione culturale strettamente coniugata a un intrattenimento di alto livello, capace di attrarre e di coinvolgere target di pubblico diversi.


Contribuisci a tutelare il patrimonio culturale italiano

Scopri come diventare un mecenate

Ente beneficiario

Fondazione Palazzo Coronini Cronberg

Erogazioni ricevute

30.000,00 €

Mecenati

: 1

I mecenati che hanno scelto di essere visibili:
Fondazione Cassa Di Risparmio Di Gorizia

COINVOLGI LA TUA COMMUNITY

Scopri come comunicare, promuovere e far votare il tuo progetto

1° fase

RACCONTA E CONDIVIDI

Utilizza la newsletter e i social media per raccontare il tuo progetto e il concorso. Chiedi a tutta la tua community di votare e di condividere il concorso tra i loro amici.

2° fase

USA L’HASHTAG

Condividi ogni contenuto utilizzando l’hashtag ufficiale #concorsoartbonus2024. In questo modo sarai rintracciabile da tutte le persone che lo utilizzeranno e potrai ampliare la tua community.

3° fase

METTI IN EVIDENZA

Metti in evidenza sui tuoi canali social un post che promuova il progetto. Ricordati di inserire il link alla pagina di votazione e di chiedere in modo chiaro alla tua community di votare.

4° fase

TROVA UN TESTIMONIAL

Coinvolgi un testimonial o un influencer che possa dare visibilità al tuo progetto e promuovere il concorso nella propria fan base.

Scopri altri progetti in gara nella stessa regione

Società dei Concerti di Trieste - Stagione 2023
29 voti
Trieste

Società dei Concerti di Trieste - Stagione 2023

Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste -  Attività 2022
1551 voti
Trieste

Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste - Attività 2022