Immagini di TEATRO ANATOMICO PRESSO PALAZZO PARADISO SEDE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ARIOSTEA
Immagini di TEATRO ANATOMICO PRESSO PALAZZO PARADISO SEDE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ARIOSTEA
Immagini di TEATRO ANATOMICO PRESSO PALAZZO PARADISO SEDE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ARIOSTEA
Immagini di TEATRO ANATOMICO PRESSO PALAZZO PARADISO SEDE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ARIOSTEA
Immagini di TEATRO ANATOMICO PRESSO PALAZZO PARADISO SEDE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ARIOSTEA
Immagini di TEATRO ANATOMICO PRESSO PALAZZO PARADISO SEDE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ARIOSTEA
   
Immagini di TEATRO ANATOMICO PRESSO PALAZZO PARADISO SEDE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ARIOSTEA
Immagini di TEATRO ANATOMICO PRESSO PALAZZO PARADISO SEDE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ARIOSTEA
Immagini di TEATRO ANATOMICO PRESSO PALAZZO PARADISO SEDE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ARIOSTEA
Immagini di TEATRO ANATOMICO PRESSO PALAZZO PARADISO SEDE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ARIOSTEA
Immagini di TEATRO ANATOMICO PRESSO PALAZZO PARADISO SEDE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ARIOSTEA
Immagini di TEATRO ANATOMICO PRESSO PALAZZO PARADISO SEDE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ARIOSTEA

Il palazzo Paradiso venne fatto erigere nel 1391 da Alberto V d'Este in occasione del suo matrimonio con Giovanna de Roberti e venne decorato, come Schifanoia e Belfiore, con scene della vita di corte e motivi tratti dai romanzi cavallereschi. Nel 1567 divenne poi sede delle varie facoltà universitarie e la struttura fu in seguito rivista da Giovan Battista Aleotti che spostò la facciata su via delle Scienze, dove si trova attualmente, e aggiunse la torretta con l'orologio e il grande portale in pietra bianca. La costruzione dell’attuale Teatro anatomico risale agli anni 1731-1732 ed è il frutto della collaborazione tra Giacinto Agnelli, anatomista e l’architetto Francesco Muzzarelli. Di forma ottagonale risulta una buona mediazione tra il Teatro anatomico dello Studio padovano (1594) ovale ma piuttosto buio e quello di Bologna all’Archiginnasio (1637) quadrato e con un solo ingresso. Il Teatro anatomico ferrarese riceve la luce da quattro luminosi finestroni è dotato di un ingresso per i professori, uno per gli studenti e uno più piccolo per i cadaveri. La denominazione di Teatro deriva anche dall’ abitudine , in voga soprattutto durante il XVII secolo, di consentire al pubblico di assistere alle dissezioni. Dal 1831 quando la Facoltà di Medicina venne trasferita nell'ambito dell'Arcispedale S. Anna lo splendido teatro anatomico ottagonale venne allora adibito ad aula per le lezioni di chimica.

Descrizione dell'intervento

La procedura base dell'intervento è la seguente:

  • Trattamento antitarlo altamente specialistico
  • Sistemazione della struttura lignea, verificando ogni fessurazione per riprenderle con il materiale più idoneo
  • Consolidamento degli strati preparativi distaccati o sollevati
  • Stuccatura delle fessurazioni e delle lacune
  • Ripresa cromatica delle consumature e delle nuove stuccature
  • Armonizzazione delle argentature
  • Protezione finale


Contribuisci a tutelare il patrimonio culturale italiano

Scopri come diventare un mecenate

Ente beneficiario

Comune di Ferrara

Erogazioni ricevute

39.400,00 €

Mecenati

: 1

I mecenati che hanno scelto di essere visibili:
COPMA SCRL

Scopri altri progetti in gara nella stessa regione

Teatro Regio di Parma  -   Sostegno all'attività istituzionale 2020
12° posto | 4050 voti
Parma

Teatro Regio di Parma - Sostegno all'attività istituzionale 2020

Teatro comunale G. Rinaldi di Reggiolo  -   Restauro facciata
29° posto | 1494 voti
Reggiolo

Teatro comunale G. Rinaldi di Reggiolo - Restauro facciata