Il Regolamento del concorso Art Bonus 2023

1. Il concorso

Il Concorso Art Bonus 2023 premierà i progetti Art Bonus più votati tra quelli selezionati sulla piattaforma www.artbonus.gov.it/concorso/2023

È organizzato da Ales Spa in collaborazione con il Ministero della Cultura e Promo PA Fondazione – LuBeC Lucca Beni Culturali.

Scarica il regolamento completo

2. Obiettivi

Il Concorso si pone i seguenti obiettivi:

  • gratificare mecenati e beneficiari che insieme hanno reso possibile il recupero e la valorizzazione del patrimonio culturale del Paese;
  • promuovere l’Art Bonus non solo verso la comunità degli addetti ai lavori, ma anche verso il grande pubblico;
  • divulgare in maniera sempre più forte l’Art Bonus come opportunità per cittadini, imprese ed enti non commerciali di dare valore alla cultura identitaria dei loro territori.

3. Durata e modalità di erogazione del concorso

Il concorso si svolgerà in più fasi:

  1. FASE 1 – Prima eliminatoria: dalle ore 12.00 del 1° febbraio 2023 fino alle ore 12.00 del 21 febbraio 2023 le votazioni si svolgeranno esclusivamente sulla piattaforma www.artbonus.gov.it.
    Sarà possibile esprimere una sola preferenza per ciascun progetto in gara ma ogni utente potrà votare più progetti. I voti ricevuti da ciascun progetto saranno visibili in tempo reale.

  2. FASE 2 – Seconda eliminatoria: dalle ore 13 del 21 febbraio 2023 fino alle ore 12.00 del 14 marzo 2023 resteranno in gara sulla piattaforma del concorso i soli progetti che avranno ricevuto almeno 200 voti.

    I progetti con più di 200 voti rimasti in gara saranno divisi in due categorie: “Beni e luoghi della cultura” e “Spettacolo”. I sei progetti di ciascuna categoria che risulteranno più votati alla data del 14 marzo accederanno alla fase Finale che si svolgerà solo sui canali FB e IG di Art Bonus.

  3. FASE 3 – Finale: dalle ore 12.00 del 15 marzo fino alle ore 12.00 del 30 marzo 2023 i primi 12 progetti con il maggior numero di voti sulla piattaforma parteciperanno alle votazioni solo social, sfidandosi a suon di “Likes” sui profili Facebook e Instagram di Art Bonus.
    I 12 progetti finalisti saranno così suddivisi: 6 per la categoria “Beni e luoghi della cultura” + 6 per la categoria “Spettacolo”.

  4. FASE 4 – Proclamazione vincitori: i voti ottenuti da ciascun progetto sui social saranno sommati ai voti precedentemente ricevuti sulla piattaforma Art Bonus. La somma di questi voti determinerà l’ordine finale delle due classifiche e i due vincitori, uno per ogni categoria:  

    1° classificato categoria “Beni e luoghi della cultura”
    1° classificato categoria “Spettacolo”.

4. Destinatari e criteri di ammissibilità

La lista dei progetti ammessi sarà stilata dalla Redazione Art Bonus tramite esportazione dalla piattaforma dei progetti con i seguenti requisiti:

  • interventi con raccolta chiusa tra il 1° gennaio 2022 e il 31 dicembre 2022 (farà fede il segno di spunta di chiusura raccolta apposto dall’ente nella scheda del progetto). La realizzazione dei lavori non è un requisito di selezione;

  • esclusione delle raccolte aperte prima del 1° gennaio 2020 (saranno valutati ed eventualmente considerati ammissibili casi particolari di grossi interventi di restauro con obiettivo di raccolta elevato anche se pubblicati in data antecedente);

  • ogni ente potrà competere con 1 solo intervento;

  • almeno 1 mecenate dovrà essere non anonimo sul sito di www.artbonus.gov.it.

In caso di più progetti del medesimo beneficiario ammissibili, la redazione Art Bonus si riserva di selezionare, ove possibile in accordo con l’ente beneficiario, un solo progetto da ammettere al concorso. L’ente beneficiario avrà tempo fino al 20 gennaio 2023 per richiedere un’eventuale diversa candidatura tra i propri progetti ammissibili, scrivendo all’indirizzo comunicazione@artbonus.gov.it.

In casi particolari verranno unite in un’unica scheda più raccolte fondi chiuse nel periodo di riferimento del Concorso se riguardanti lo stesso bene culturale o la stessa istituzione culturale.

I progetti con i requisiti sopra indicati saranno inseriti nella pagina del sito Art Bonus dedicata al Concorso e saranno presentati attraverso immagini e descrizioni pubblicate dagli enti nella propria pagina di raccolta, incluso l’elenco dei mecenati non anonimi che hanno contribuito alla raccolta fondi.

Eventuali revisioni dei contenuti di ogni progetto nella pagina del Concorso potranno essere apportate unicamente dalla redazione Art Bonus, previa richiesta scritta da parte degli enti all’indirizzo comunicazione@artbonus.gov.it. La redazione Art Bonus si riserva il diritto di eventuale revisione di titoli o descrizioni dei progetti per esigenze di comunicazione finalizzate al Concorso.

5. Rinunce alla partecipazione

Gli enti ammessi al concorso riceveranno comunicazione tramite mail dalla redazione Art Bonus e avranno tempo fino al 20 gennaio 2023 per comunicare la loro eventuale decisione di non partecipare a questa iniziativa.

Non saranno pubblicati i progetti di coloro che avranno espresso per scritto la propria rinuncia alla partecipazione comunicandolo via mail all’indirizzo: comunicazione@artbonus.gov.it

6. Individuazione del vincitore e Premi

I vincitori saranno eletti dalla Giuria Popolare formata da tutti coloro che voteranno sulla piattaforma del concorso e sui profili social di ArtBonus.

Per ciascuna delle due categorie vincerà il progetto che avrà ottenuto il maggior numero di voti sommando i voti pervenuti sui diversi canali.

L’organizzazione si riserva di verificare la sussistenza di tutti gli elementi necessari per l’assegnazione del premio, tra cui l’esistenza di almeno 1 mecenate non anonimo che possa ritirare il premio per la categoria “Mecenate”.

La premiazione avverrà, salvo imprevisti, sabato 15 aprile 2023, in concomitanza con il “compleanno” di Gaio Clinio Mecenate, nel corso di un evento pubblico organizzato da Ales Spa in collaborazione con Ministero della Cultura e Promo PA Fondazione.

Il risultato sarà pubblicizzato sui canali istituzionali degli enti promotori e sui loro profili social, nonché comunicato a mezzo CS dagli uffici stampa dei soggetti coinvolti.

Il premio consisterà in un riconoscimento simbolico consegnato ai 2 vincitori assoluti, agli altri 10 finalisti e ai mecenati presenti alla cerimonia.

Non è prevista alcuna erogazione di denaro.

La consegna del riconoscimento sarà supportata da una campagna di comunicazione stampa a cura del Ministero della Cultura e di Ales.

Per dare valore al grande lavoro di community engagement messo in atto dai 12 finalisti nel rush finale, sarà loro offerta la possibilità di partecipare ad un laboratorio formativo dal taglio operativo sul tema della co-progettazione culturale ad essi esclusivamente dedicato, che potrà svolgersi nell’ambito di LuBeC2023 e/o in modalità web e che rappresenterà un importante momento di incontro e scambio tra i territori.

 

Il presente concorso rientra nella fattispecie prevista dall'art 6 del regolamento Ministero dell’Economia e delle Finanze approvato con DPR 430/2001.