I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

L’Associazione Beatmi, nasce nel 2018 dall’esperienza di Ponderosa Music & Art, fondata da Titti Santini Milano nel 1985, società internazionale di organizzazione e management di importanti festival e artisti nazionali ed internazionali come ad esempio Ludovico Einaudi, Vinicio Capossela, Baustelle, Patti Smith, Caetano Veloso, Angelique Kidjo etc. o festival come Piano City Milano, JazzMi, Prima diffusa...
L'Associazione Beatmi organizza la rassegna LA MUSICA DEI CIELI, che promuove dal 1996 la conoscenza e il dialogo tra le culture e che offre non solo l’occasione di ascoltare musiche provenienti da tradizioni antiche o soltanto lontane, ma anche di riflettere e confrontarsi su nessi antropologici, come il sacro e la religiosità, che i nostri tempi tendono a semplificare e a omologare ai processi di comunicazione. Alcuni degli artisti che hanno partecipato al festival nelle passate edizioni: Ludovico Einaudi, Patti Smith, Nicola Piovani, Camille, Antonella Ruggiero, Rachelle Ferrell, Vinicio Capossela, Mercan Dedé, The Chieftains, Take 6, Avion Travel, Ballaké Sissoko, Sabri Brothers, Anna Oxa, Magoni/Spinetti, Angelique Kidjo, Jimmy Scott, Angelo Branduardi, Mavis Staples, Paco Peña, Paolo Fresu, Dijavan Gasparyan, Alice, Bulgarian Voices, Giovanni Lindo Ferretti, Kabul Ensemble.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 20.000,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

LA MUSICA DEI CIELI è una rassegna che dal 1996 promuove la conoscenza e il dialogo tra le culture presentando una serie coordinata di concerti nei luoghi di culto e teatri della Lombardia.
Il repertorio presentato è composto da musica d’ispirazione spirituale e religiosa, con attenzione particolare alle tre religioni monoteistiche e alle diverse confessioni della religione cristiana.

Dopo l’esperienza del festival digitale del 2020, La Musica Dei Cieli intende trovare modi nuovi per perseguire i suoi obiettivi attraverso l’ideazione di un festival ibrido che soddisfi la necessità di condivisione che la musica live può esaudire, ma che sia in grado di coinvolgere un pubblico più ampio, non presente di persona agli eventi.

Si realizzerà un programma di concerti, molti questi saranno ad ingresso gratuito e verranno trasmessi in streaming sui canali social della rassegna.

L'impatto della manifestazione va ben oltre la musica e l'intrattenimento. Attraverso il suono delle religioni del mondo si vuole educare e trasmettere buone pratiche come la curiosità, l'attitudine alla scoperta, la tolleranza, importanti oggi più di ieri, in un periodo di grandi distanziamenti sociali e territoriali.
Il rischio oggi è di concepire le persone al di fuori dai confini come altri, diversi, invece che come possibilità di apprendere e imparare, di collaborazione volta alla ripartenza.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 50.000,00 €

 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

La manifestazione “La musica dei Cieli – Voci e musiche nelle religioni del mondo” si svolge dal lontano 1996 nelle chiese e nei teatri di Milano (e Lombardia) nel mese di dicembre.
Lo scorso autunno, a causa della nota diffusione del Covid-19 e alle relative normative emesse per il contrasto alla sua diffusione sul territorio italiano (in particolare il DPCM del 25/10/2020), è stato vietato lo svolgimento di qualsiasi attività di pubblico spettacolo.
L'Associazione Beatmi, preso atto dell'impossibilità di organizzare la rassegna con la presenta del pubblico, ha deciso di mantenere un programma di concerti che si sono svolti online.
Sono stati pertanto commissionati n.8 concerti ad altrettanti artisti (previsti nell'edizione “in presenza”) e sono stati diffusi tramite il sito web del Corriere della Sera / Vivimilano e tramite la pagina facebook ed il canale Youtube della manifestazione.

Questo il programma dei concerti realizzati:

15 dicembre 2020:
Moni Ovadia “Laudato sì”
Insieme a Maurizio Delhò al violino e a Nadio Marenco alla fisarmonica, Ovadia ha messo in risalto la forza rivoluzionaria dell’enciclica di Papa Francesco, ovvero la denuncia dell'attuale crisi ecologica e l'assoluta necessità di un mutamento radicale nella condotta dell’uomo.

16 dicembre 2020
Redi Hasa, Rocco Nigro, Marco Schiavo “Ljuta e Adriatikut”
Redi Hasa, violoncellista albanese, accompagnato da Rocco Nigro alla fisarmonica e da Marco Schiavone al violoncello, hanno rivolto una preghiera musicata, dal braccio di mare che separa e tiene insieme le due sponde del mare Adriatico, Salento e Albania.

17 dicembre 2020
Rokia Traoré “Né so”
La cantante, considerata una delle regine della musica africana, ha tenuto un concerto in streaming dal Mali, accompagnata da strumenti tradizionali.

18 dicembre 2020
Corrado Augias “Il grande romanzo dei Vangeli”
Corrado Augias ha proposto un estratto dal suo spettacolo omonimo, che unisce racconto, immagini da film e musica per raccontare i Vangeli.

19 dicembre 2020
Yalda, “Silbestan, il giardino delle mele”
“Sibestan” ovvero “Il giardino delle mele”, è una composizione di Yalda, cantante iraniana, che l'ha eseguita insieme a Fabio Marconi e Daniela Savoldi. È ispirato alla poesia di Maulana, poeta che ha sfidato il suo tempo con il suo spirito.

20 dicembre 2020
Paolo Fresu e Daniele Di Buonaventura “Notte de chelu nei cieli del Natale”
Paolo Fresu ci ha racconta il Natale di oggi attraverso i suoi Natali di bambino e le canzoni che accompagnavano la trepidazione dell’attesa, la raccolta del muschio e del pungitopo, i presepi di sughero e stagnola. Notte de chelu, notte di gelo, è il modo di dire vigilia in Gallura, ma è anche un canto natalizio composto nel 1927 da Pedru Casu, parroco di Berchidda, e Agostino Sanna.

21 dicembre 2020
Dimitri Grechi Espinoza e Pino Ninfa “Sulle tracce della spiritualità”
Il sassofonista Dimitri Grechi Espinoza ed il fotografo Pino Ninfa hanno intrapreso un viaggio tra suono ed immagine “sulle tracce della spiritualità”, per ritrovare gesti antichi, cosmologie attive e la quotidianità del trascendente nelle immagini scattate in reportage sulle rappresentazioni del Sacro in ogni parte del mondo.

22 dicembre 2020
Avion Travel “Il tempo migliore”
Gli Avion Travel hanno eseguito un concerto incentrato sulla lettura di un brano di Natalia Ginzburg “Il tempo migliore”.

Tutti i concerti sono stati prodotti appositamente per la rassegna e diffusi nei soli canali stabiliti dagli organizzatori.
I concerti sono tuttora visibili sul canale Youtube “Musica dei Cieli”.