I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali e dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i. L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

La Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino, costituita il 6 ottobre 2004, è il primo esperimento di costituzione, da parte dello Stato, di uno strumento di gestione museale a partecipazione privata. La Fondazione persegue le finalità della valorizzazione, promozione, gestione e adeguamento strutturale, funzionale ed espositivo del Museo Egizio e dei beni culturali ricevuti in conferimento, tra cui vi è anche il Palazzo dell’Accademia delle Scienze, sede del Museo Egizio sin dalla sua fondazione nel 1824.

Il palazzo eretto nel XVII secolo dall’architetto Michelangelo Garove, basandosi su un progetto di Guarino Guarini, era destinato ad ospitare il Collegio dei Nobili e dal XVIII secolo è diventato sede dell’Accademia delle Scienze, che tutt’ora occupa un’ala del Palazzo. I lavori di rifunzionalizzazione e di restauro, un cantiere lungo cinque anni nel corso dei quali il Museo Egizio non ha mai chiuso le sue porte al pubblico, hanno interessato tanto le consistenze architettoniche dell’edificio seicentesco ed il percorso espositivo, quanto la collezione ospitata al suo interno, stringendo ulteriormente il legame tra la storia tangibile della città di Torino e la straordinaria collezione mista antiquaria ed archeologica di reperti che raccontano 4000 anni di arte e cultura egizia. Il Museo Egizio, fondato dal re Carlo Felice di Savoia, è considerato per il valore della sua collezione e la quantità di reperti il secondo museo di antichità egizie nel mondo dopo quello del Cairo ed è ad oggi uno dei musei italiani più visitati.

Informazioni sullo stato della conservazione

Durante i cinque anni di cantiere che hanno interessato la rifunzionalizzazione di Palazzo dell’Accademia delle Scienze, storica sede del Museo, si è scelto di non chiudere mai le sale museali: la movimentazione dei reperti ed i lavori di rifunzionalizzazione ed ampliamento degli spazi hanno seguito un complesso cronoprogramma svoltosi sotto gli occhi del pubblico. Il progetto di ristrutturazione e riallestimento si è articolato in vari interventi aventi come oggetto la rifunzionalizzazione e la messa in sicurezza dell’edificio, il restauro e l’ampliamento degli spazi espositivi, il riallestimento della collezione ed il rinnovamento del percorso di visita. 

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Il Palazzo dell’Accademia delle Scienze, sede del Museo Egizio è aperto tutti i giorni, il Lunedì dalle 09.00 alle 14.00 e dal Martedì alla Domenica dalle 08.30 alle 19.30.

Giorno di chiusura: 25 Dicembre.

Visita al Museo con video guida, con opportunità di scelta percorsi di visita differenziati per contenuti e durata; Disponibile il servizio di acquisto online del biglietto; possibilità di prenotazione online di visite guidate.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 5.000.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

creazione di spazi di servizio ed ampliamento dei piani interrati esistenti con l’edificazione di nuovi volumi ipogei; ristrutturazione della manica Schiapparelli; realizzazione di impianti e finiture; creazione nuovi spazi per caffetteria e biblioteca; rifunzionalizzazione e restauro architettonico/artistico del primo, secondo e terzo piano delle maniche storiche del Palazzo dell’Accademia delle Scienze; riallestimento degli spazi espositivi; rifunzionalizzazione e messa in sicurezza dello Statuario.