I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali e dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
Raccolta realizzata a seguito di parere dell’Agenzia delle Entrate.

Attività principali dell'istituzione

Il Post nasce a Perugia nel 2003 per iniziativa del Comune e della Provincia di Perugia.

E ’ospitato nell’ex convento di San Tommaso, nel centro storico della città. Il museo si articola in aree espositive, spazi dedicati ai laboratori scientifici e una suggestiva sala incontri ricavata nel chiostro interno.

Il Post è considerato uno dei centri di divulgazione scientifica più importanti d’Italia. Dal 2006 la Fondazione Post è riconosciuta da Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e gode del sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Particolarmente significativa è la collezione di exhibit dedicati ai diversi settori della fisica che consentono ai visitatori di scoprire le applicazioni delle conoscenze scientifiche nella vita quotidiana.

Le sale espositive del museo sono dedicate a mostre scientifiche con postazioni interattive e allestimenti multimediali. Le produzioni del Post toccano numerosi argomenti come la genetica, le nanotecnologie, l’acqua, le telecomunicazioni, le biomasse, l’evoluzione del volo, per approdare all’origine e alla storia geologica di Perugia e dell’Umbria.

Il Post ha sviluppato oltre 200 protocolli di attività sperimentali rivolti alle scuole e forma oltre 300 docenti.

Oltre all’offerta didattica, il Post propone laboratori rivolti ai ragazzi appassionati di scienza e alle loro famiglie.

Il Post ha sviluppato una significativa competenza nell’organizzazione di format innovativi per eventi e manifestazioni di divulgazione scientifica sia presso il museo che presso istituzioni e aziende, come il “SummerPOST”, gli “Incontri Sperimentali”, gli “Aperitivi scientifici”, “Sognando al Museo”, la “Fiera del Melo”, “Nobel a Perugia – Sulle spalle dei Giganti”.

Il Post invita periodicamente scienziati, divulgatori, giornalisti di rilevanza nazionale e internazionale, che intervengono su specifici argomenti di natura scientifica e non solo.

Il pubblico ha l’occasione di incontrare gli esperti in maniera informale ed ha la possibilità di dialogare con loro per appagare le proprie curiosità.

Le proposte scientifiche del Post, sono innovative, divulgative, divertenti, toccano tematiche attuali e sono trasversali. Si rivolgono a un pubblico eterogeneo, che spazia dai bambini ai nonni, dagli appassionati agli esperti. Il Post è un’esperienza che arricchisce chi la vive, è il mondo scientifico che si racconta, è la scienza alla portata di tutti.

 

 

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 100.000,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

_ Guardare lontano: sulle spalle dei Nobel. Grandi eventi di divulgazione scientifica per contribuire ad avvicinare un ampio pubblico alle opportunità offerte del progresso scientifico e tecnologico.

Il ruolo della ricerca scientifica verrà proposto alla città attraverso gli occhi dei protagonisti: il Post avrà il piacere di ospitare a Perugia nel corso del 2018, tre premi Nobel e/o scienziati di grande fama internazionale che illustreranno al pubblico, con un taglio divulgativo, la loro straordinaria esperienza e le nuove opportunità prodotte dalle loro ricerche. Ciascuna delle lezioni magistrali tenute dai Nobel sarà completata da un calendario di eventi di approfondimento e di sviluppo del contenuto scientifico affrontato per evidenziarne la dimensione esperienziale. I temi saranno così declinati con modalità e linguaggi adatti a diverse tipologie di pubblico: famiglie, adolescenti e appassionati di scienza e tecnologia.

 

_ Post sensory friendly: accessibilità e multisensorialità al Museo della Scienza.

Amplificando il motto “Vietato non toccare”, il progetto mira a garantire a tutti l’accesso alla cultura scientifica, proponendo nuove forme di coinvolgimento immersivo, che amplifichino l’esperienza del visitatore e possano colmare i vuoti che il senso carente di chi ha una disabilità normalmente genera.

Il progetto mira a creare:

  • uno spazio innovativo all’interno del Post dove la conoscenza scientifica possa passare attraverso suggestioni plurisensoriali extravisive valorizzando la pratica partecipativa quale strumento necessario al coinvolgimento.
  • l’ adattamento della Sala Exhibit attraverso pannelli con didascalie in Braille e rivisitazione degli exhibit esistenti in chiave plurisensoriale con l’attivazione di dispositivi tattili o sonori.
  • L’ avvio di produzione di una linea editoriale scientifica del POST dedicata ai non vedenti con la creazione di uno scaffale di consultazione per la fruibilità di testi polisensoriali.

 

 _ Attività educative ordinarie

  • Crescita e la cura degli spazi espositivi.
  • Mostre scientifiche con postazioni interattive e multimediali.
  • Incontri periodici con scienziati, divulgatori e giornalisti di rilevanza nazionale ed internazionale.
  • Laboratori rivolti ai ragazzi appassionati di scienza e alle loro famiglie.
  • Eventi e manifestazioni di divulgazione scientifica, fuori e dentro il museo.
  • Formazione di oltre 300 docenti l’anno.