I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali e dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i. L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, riconosciuto tra i venti musei più importanti d’Italia, oltre ai magnifici Bronzi di Riace conserva una ricca collezione di reperti provenienti dall’intera Calabria e da altre aree della Magna Grecia.

Tra questi reperti, nei depositi si conserva una straordinaria serie di specchi in bronzo provenienti, insieme al resto dei corredi, dalla necropoli Lucifero di Locri.

Aiutaci a restaurarli per esporli e farli conoscere a tutti.

Informazioni sullo stato della conservazione

Gli specchi appartengono ai corredi funerari delle tombe 11, 171, 56, 131, 218, 187, 198, 6 e 23.

Presentano incrostazioni terrose e calcaree, ossidazioni, corrosioni, patine e distacchi di frammenti.

Oltre agli specchi si dovrà intervenire sugli altri oggetti di corredo, quali aghi in osso e bronzo, prese ad anello in bronzo, astragali d’osso e un dischetto di argento.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio, affacciato sulla centrale piazza De Nava e a breve distanza dall'imbocco del lungomare «I. Falcomatà», è un edificio progettato, fra i primi in Italia, ai soli fini dell'esposizione museale; è opera di Marcello Piacentini, uno dei massimi architetti del periodo fascista, che lo concepì in chiave moderna dopo aver visitato i principali musei di Europa.

Il 30 aprile 2016 è stato inaugurato il nuovo allestimento dell'esposizione permanente, sviluppata su quattro livelli con oltre 200 vetrine e migliaia di reperti. Il Museo ospita al suo interno almeno due mostre temporanee, continuamente rinnovate.

Il Museo, diretto dal prof. Carmelo Malacrino, è aperto dal martedì alla domenica con orario continuato dalle 9.00 alle 20.00. Gli uffici sono aperti dal lunedì al sabato, dalle 8.00 alle 14.00.

 

 

Destinazione delle erogazioni liberali

RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 3,500.00 €

Catalogazione e documentazione grafica e fotografica. Pulitura delle patine che ricoprono la superficie dei metalli ed eliminazione delle incrostazioni terrose e calcaree. Interventi sui processi corrosivi e di ossidazione. Consolidamenti e ricomposizione. Documentazione finale, esposizione e pubblicazione dell'intervento.