I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 N.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

L'intervento riguarda la progettazione e la ristrutturazione delle coperture in piombo delle tre sale principali dell'Auditorium progettato dall'arch. Renzo Piano 

 Le grandi coperture in piombo,le tre "casse armoniche" che proteggono le sale della musica, vero marchio di riconoscimento dell'Auditorium, sono opere strutturali  complesse e sviluppate su una superficie molto vasta. Si prevede  un intervento in tre fasi, che dovrà essere effettuato più precisamente sul cosiddetto " pacchetto di copertura".

Il pacchetto di copertura delle sale è posto al di sopra delle travature reticolari in acciaio e legno lamellare che formano l’ossatura portante  e ne costituisce il “guscio” esterno.

Questo è costituito da un insieme di “strati”,  aventi il fine di assicurare la protezione dagli agenti atmosferici, l'isolamento termoacustico e la finitura esterna delle sale.

Gli strati sono i seguenti: lamiera grecata autoportante in acciaio zincata a caldo; soletta in c.a., armata con rete elettrosaldata e barre integrative in acciaio zincate a caldo, rivestita con guaina bituminosa, in grado di garantire una resistenza antincendio REI 60; strato coibente termoacustico costituito da due strati in pannelli rigidi di fibra poliestere di spessore pari a 2.5 cm ed uno di lana di legno di 2 cm di spessore, idrorepellenti, traspiranti, incombustibili (classe 1 di reazione al fuoco), dimensionalmente stabili e resistenti alla compressione; soletta galleggiante in c.a. fibrorinforzato, armata con rete elettrosaldata zincata a caldo, divisa in campi giuntati, con rivestimento bituminoso, in grado di garantire una resistenza antincendio REI 60;strato isolante termoacustico, formato da pannelli morbidi in lana di roccia; struttura metallica di supporto vincolata alla soletta galleggiante in c.a.; tavolato in legno fissato sulla struttura metallica di supporto e ricoperto da membrana impermeabile traspirante DIFOBAR; strato di finitura in lastre di piombo dello spessore di 1,5 mm chiodate al tavolato.

Nella fascia perimetrale aggettante, oltre il filo delle strutture esterne, è presente un manto di copertura formato da: tavolato in legno di larice trattato con impregnante antimuffa trasparente, fissato agli elementi strutturali in legno lamellare delle travature reticolari che formano l'ossatura portante della copertura, una  membrana impermeabile traspirante e uno  strato di finitura in lastre di piombo dello spessore di 1,5 mm chiodate al tavolato.

La struttura lignea nella parte interna ricoperta dalle lastre di piombo sta mostrando ampi fenomeni di degrado e marcescenza con il conseguente distacco della parte in piombo

Informazioni sullo stato della conservazione

Il significativo degrado presente sui bordi delle zone terminali delle "cupole", ampiamente descritto in una perizia tecnica del marzo 2016, richiede interventi urgenti per la messa in sicurezza del rivestimento esterno in legno e piombo.

Gli interventi necessari  per  l’intervento di restauro e consolidamento  degli elementi di copertura   prevedono le seguenti attività tecniche suddivise per successive fasi di esecuzione.:un piano di indagini conoscitive ed esplorative che mirano a rilevare lo stato di consistenza degli elementi di copertura delle zone interne ed esterne alle sale. In particolare, riguarderanno le zone esterne maggiormente ammalorate al fine di approfondire le cause di degenerazione già riscontrate e descritte nella perizia ; La prima attività da mettere in atto dopo l’esecuzione delle indagini è il progetto degli interventi per la messa in sicurezza del suddetto rivestimento esterno della Sala S. Cecilia.Il progetto mirerà ad individuare soluzioni temporanee, staticamente sicure, che garantiscano la fruibilità degli spazi sottostanti. Si analizzeranno soluzioni che richiedono tempi brevi di esecuzione e che non impediscano di eseguire i successivi interventi definitivi. Lo scopo dell’intervento sarà quello di “ricollegare” il rivestimento in piombo alla struttura di sostegno retrostante costituita da elementi in acciaio. Effettuato l'intervento di messa in sicurezza, si potrà passare alla fase 2 che,  sarà definita anch'essa solo dopo la verifica delle indagini preliminari sulle coperture di tutte e tre le sale e la conseguente mappatura dello stato di degrado delle superfici ; gli interventi saranno molto articolati e riguarderanno la rimozione esterna di parte del pacchetto di copertura , la sostituzione della struttura lignea degradata e la successiva posa delle nuove lastre di piombo Nella fase 3  verrà poi  realizzata una delle possibili soluzioni individuate e progettate, atte ad eliminare le infiltrazioni di acqua piovana fra la copertura e gli scudi di ogni sala .

 

 

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Orario invernale: da Ottobre a Marzo dalle ore 11 alle 18. Domenica e festivi dalle ore 10 alle 18.

Orario estivo: da Aprile a Ottobre dalle ore 11 alle 20. Domenica e festivi dalle ore 10 alle 20.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 1.807.229,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Redazione di un piano di indagini conoscitive ed esplorative che mirano a rilevare lo stato di consistenza degli elementi di copertura delle zone interne ed esterne alle sale. Le indagini riguarderanno le zone esterne maggiormente ammalorate al fine di approfondire le cause di degenerazione riscontrate. Durante le indagini sarà eseguito un rilievo delle principali caratteristiche dimensionali degli elementi di copertura sulla base del progetto costruttivo “as-built”. Il rilievo riguarderà anche la mappatura dello stato di degrado delle superfici di copertura. Per le attività di rilievo si opererà con un cestello elevatore . A seguito degli studi verrà redatto un rilievo geometrico e una mappatura dello stato di degrado di tutte le superfici.Viene ipotizzano che oltre al problema delle infiltrazioni da agenti atmosferici ci sia un’ altra componente di degrado più recondita ma già sperimentata in altre strutture lignee rappresentata da una serie di “correnti“ che si vengono a creare fra il legno e il piombo che causano il degrado del materiale ligneo: il degrado e la marcescenza della parte lignea si evidenzia solo quando una parte della copertura in piombo “ ha spanciato “ rispetto alla sua geometria perché si è distaccata dalla struttura lignea di supporto. In base ai risultati verrà redatta la progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva degli interventi nonchè la progettazione e realizzazione di opere provvisionali o l'utilizzo dell'edilizia acrobatica nelle zone inaccessibili attraverso ponteggi.


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 1.650.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

INTERVENTI URGENTI PER LA SALA SANTA CECILIA In base ai risultati delle indagini e quindi all'individuazione di una più estesa superficie di degrado, si procederà all'intervento immediato sulla più grande delle sale dell'Auditorium. Il significativo degrado presente sui bordi delle zone terminali delle “cuffie” richiede interventi urgenti per la messa in sicurezza del rivestimento esterno in legno e piombo. La prima attività quindi che verrà messa in atto dopo l’esecuzione delle indagini è il progetto degli interventi del rivestimento esterno della Sala Santa Cecilia. Il progetto mira a individuare soluzioni temporanee, staticamente sicure, che garantiscano la fruibilità degli spazi sottostanti. Le soluzioni individuate richiederanno tempi brevi di esecuzione che non impediscano di eseguire i successivi interventi definitivi. Lo scopo dell’intervento sarà quello di “ricollegare” il rivestimento in piombo alla struttura di sostegno retrostante costituita da elementi in acciaio.Sarà necessaria ovviamente la progettazione e realizzazione di opportune opere provvisionali o di edilizia acrobatica


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 3.300.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

INTERVENTI ZONE ESTERNE DELLE COPERTURE Progetto finale che riguarderà tutte le problematiche che saranno emerse durante le operazioni di rilievo e indagine. Si agirà sulle zone esterne maggiormente ammalorate di tutte e tre le sale e particolare attenzione verrà data agli elementi cosiddetti “cuffie” e “scudi” d. Gli interventi riguarderanno il recupero o la rigenerazione degli elementi di copertura (legno/piombo), la sostituzione completa della parte in fase avanzata di marcescenza e l'eventuale modifica delle geometrie attuali della copertura al fine di migliorare le zone di sovrapposizione degli elementi, a beneficio di una maggiore durabilità dei materiali. Gli interventi urgenti di messa in sicurezza riguarderanno le parti ammalorate attualmente visibili. Per la realizzazione dell’intervento di urgenza saranno realizzate delle opere provvisionali idonee al puntellamento delle strutture pericolanti e atte a semplificare l’accesso delle maestranze. Gli interventi saranno molto articolati e riguarderanno la rimozione esterna di parte del pacchetto di copertura, la sostituzione della struttura lignea degradata e la successiva posa delle nuove lastre di piombo.