I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 N.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Il convento delle suore agostiniane della S.S. Annunziata fu edificato tra le attuali vie Amm. Mirabello, Emilia, Montemerlo e Giulia. Un’approfondita ricerca d’archivio, ha evidenziato la totale assenza di documenti storici indispensabili per una precisa datazione delle diverse fasi edificatorie del complesso architettonico. Poiché nei documenti archivistici con datazioni fino alla prima metà del XIV secolo non compaiono riferimenti ad un complesso con tale intitolazione, si può ipotizzare che a quell’epoca la chiesa medioevale non fosse ancora stata costruita. La presenza di un affresco, ormai in notevole stato di degrado e “strappato” per un opportuno restauro, databile alla seconda metà del XIV secolo, fa ritenere che la chiesa con il convento siano state realizzate tra la seconda metà del XIV ed il XV secolo. Degno di nota il fatto che nel 1573 il complesso necessitava di notevoli opere di restauro. Dai catasti di epoca settecentesca si evince che le Monache sono state proprietarie di gran parte dell’isolato, sino a quando, con la soppressione da parte di Napoleone degli ordini religiosi, le proprietà del monastero passarono prima alla “Nazione per i corpi soppressi” e poi con decreto imperiale del 1/1/1805, alla Città di Tortona. Da questo momento, per adeguamenti alle diverse destinazioni d’uso che si sono susseguite nel corso degli anni, vengono realizzate numerose demolizioni e ricostruzioni, nonché una notevole quantità di opere di trasformazione ed adattamento e del vecchio monastero si salvò quello che viene oggi denominato il “portico dell’Annunziata”.

 

Informazioni sullo stato della conservazione

E' ubicato in pieno centro storico, in un’area caratterizzata da edifici storici di altissimo pregio architettonico e artistico, tra cui il Teatro Civico ed il complesso architettonico dei Palazzi Guidobono ed ex Pretura, ora sede del Museo Archeologico e centro esposizioni. L’edificio, in muratura a vista, si sviluppa su due piani: al piano terreno è caratterizzato da un portico, della lunghezza di circa 30 m, con volte a crociera ed archi a tutto sesto poggianti su colonne in laterizio. Al piano superiore si sviluppa invece un ballatoio, coperto da un tetto con struttura in legno e coppi, sorretto da colonne in laterizio. Entrambe i livelli comprendono diversi locali per una superficie di circa 150 mq per piano. Recentemente il Comune di Tortona ha provveduto a restaurare parzialmente il complesso. In particolare resta da completare la ristrutturazione dei locali interni lasciati al rustico.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Attualmente l'edificio è visibile solo dall'esterno dalla Piazza Julia Dertona.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 200.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Recentemente il Comune di Tortona ha provveduto a restaurare parzialmente il complesso. In particolare resta da completare la ristrutturazione dei locali interni lasciati al rustico realizzando nuova impiantistica, pavimenti e finiture varie di natura edile.