I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Testa marmorea femminile con ricca acconciatura terminante con nodo a rotella sulla nuca (C 3691). Alt. cm 17

Testa marmorea di giovane con barba e capelli corti (C 448) proveniente da Monteleone, attuale Vibo Valentia. Molto danneggiata a destra sulla fronte del naso e sulla bocca e nell'occhio sinistro. Alt. cm 13,5

Informazioni sullo stato della conservazione

Mediocre stato di conservazione dovuta all'esteso deposito di sporco e polvere sulla superficie marmorea.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Nato all'indomani del catastrofico terremoto del 1908, il Museo di reggio Calabria nacque dall'idea di Paolo Orsi di riunire le principali testimonianze archeologiche della Magna Grecia. Inaugurato nel 1954 e nuovamente nel 2016 con un nuovo allestimento, conta oltre 200 vetrine e capolavori come i Bronzi di Riace e la Testa di Basilea. L'esposizione si sviluppa su quattro livelli: A) Preistoria e Protostoria in Calabria; B) Città e santuari della Magna Grecia; C) Necropoli e vita quotidiana nella Magna Grecia; D) Storia della città di Reggio.

Dal 2014 è un istituto del MiBACT dotato di autonomia; il direttore è il dott. Carmelo Malacrino

 

Da aprile a ottobre 2018 tutti i giorni da Lunedì a Domenica 9.00-20.00

Orario biglietteria 9.00-19.30

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 800,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

L'intervento di restauro conservativo prevede impacchi di miscele di sostanze chimiche deboli per consentire l'azione di pulitura mediante spazzolatura e lavaggi con acqua distillata finalizzati all'eliminazione delle patine che coprono la superficie marmorea.