I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali e dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i. L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Villa Padronale edificata presumibilmente nella seconda metà del 1700 dalla famiglia Loschi, facoltosi agricoltori della zona, proprietaria anche di una serie di edifici attigui.

Durante l’ultimo anno della Grande Guerra fu seriamente danneggiata dai frequenti bombardamenti aerei e di artiglieria cui fu sottoposto il paese di Ponte di Piave. Fedelmente ristrutturata, riprese le antiche sembianze già dall’inizio degli anni ‘20 del secolo scorso. In seguito l’intero complesso fu oggetto di una donazione alla Piccola Casa della Divina Provvidenza detta  “Cottolengo di Torino” che trasformò gli edifici attigui in una casa di riposo, mentre la villa venne adibita ad alloggio per le religiose che svolgevano l’opera di assistenza agli anziani. In tempi recenti la villa e la Casa di riposo sono state cedute al Comune di Ponte di Piave, che per non mutarne la destinazione d’uso ha provveduto a ristrutturare completamente la casa di riposo mentre la villa è rimasta inalterata. L’interno della villa si articola su alcuni falsi piani che culminano in una specie di “torretta” che, data la posizione prospiciente alla statale Postumia sembra aver svolto il compito di punto d’osservazione privilegiato. Lo stile della costruzione richiama un impianto neo-rinascimentale, riconducibile allo stile eclettico dei primi del '900, mentre decorazioni parietali e motivi delle inferriate sono propri dello stile Liberty. Architettura e ubicazione ne fanno uno degli edifici di maggior pregio del paese.

Informazioni sullo stato della conservazione

Nonostante lo stato di conservazione esterno sembri buono, la villa necessiterebbe di un intervento di ripristino degli intonaci, di recupero funzionale degli infissi, dei solai in legno e dell'impiantistica.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Attualmente la Villa è fruita e fruibile dal Comune, al Piano terra, quale sede della Polizia Municipale, con apertura al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 13.00 alle ore 14.00 e il sabato dalle ore 12.30 alle ore 13.30

 

Destinazione delle erogazioni liberali

RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 215,000.00 €

Sostituzione dei serramenti esterni, installazione tendaggi esterni, sostituzione caldaia, installazione valvole termostatiche e sostituzione illuminazione interna