I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali e dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i. L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

La Certosa di San Martino conserva tre importanti testimonianze di rari strumenti di misurazione del tempo realizzati fra Sei e Settecento.

Il primo è la Meridiana a camera oscura costruita dallo scienziato Rocco Bovi nel 1771. Incastonata nel prezioso pavimento di riggiole settecentesche della biblioteca del Priore, è un sofisticato strumento che misura il tempo - il Mezzogiorno in ogni giorno dell'anno - grazie a una piccola ellisse luminosa, una stella di raggi di luce del Sole che, passando attraverso il foro gnomonico sulla parete, permette di indicare il passaggio del Sole sul Meridiano locale, funzionando come un calendario perpetuo. La Meridiana fornisce inoltre precisissime indicazioni astronomiche e geografiche.

Il secondo è un Quadrante solare verticale (sec XVIII), di forma circolare ad ore italiche, antico sistema di misurazione del tempo che divideva l'arco diurno in ventiquattro ore a partire dal tramonto (ab occasu solis). Posto lungo la facciata est del Chiostro grande della Certosa, in posizione simmetrica ad un analogo orologio meccanico, scandiva il tempo dei certosini assecondando le attività di preghiera previste dalla regola. Aiutava inoltre la regolazione del simmetrico orologio meccanico a sei ore.

Il terzo strumento è un rarissimo, forse unico, esemplare di Orologio solare a quadrante multiplo del sec. XVII. E' uno strumento gnomonico che fornisce informazioni orarie su più registri, secondo i più diffusi sistemi orari dell’antichità, grazie alle ombre che il sole proietta contemporaneamente sugli otto quadranti solari scolpiti su un pregevole elemento marmoreo di forma quadrangolare. Lo straordinario orologio è ubicato all'esterno dell'appartamento del Priore, in diretta corrispondenza con l'isola di Capri che rappresenta il Sud per il golfo di Napoli.

 

Informazioni sullo stato della conservazione

Meridiana a camera oscura: lo spostamento del foro gnomonico, nel tempo aggravato da lavori di manutenzione e consolidamento, ha impedito l'ingresso dei raggi luminosi nelle stagioni di autunno e inverno. In quei giorni, quando i raggi del sole sono particolarmente bassi sull'orizzonte, il foro gnomonico risulta ombreggiato dagli stessi interventi di consolidamento dell'architrave. Il pavimento maiolicato contiene una bussola dalla quale è assente l'antico ago magnetico e una rosa dei venti con dissesti negli inserti bronzei e una errata orientazione rispetto ai punti cardinali.

Quadrante solare verticale: il quadrante, in seguito a lavori di manutenzione della parete, è stato cancellato dalla stesura di un nuovo  intonaco. Le antiche linee orarie preesistenti - probabilmente già molto deteriorate ed illeggibili – non sono più visibili: quindi, pur essendo lo gnomone originale ancora in situ,  la lettura del tempo è impossibile per l'assenza del reticolo orario sul quale dovrebbe proiettarsi la sua ombra (reticulum temporis).

Orologio solare a quadrante multiplo: ubicato sulla scala che conduce dai giardini della Certosa all'appartamento del Priore, l'orologio è in cattivo stato di conservazione a causa dell'azione incessante delle intemperie cui sono sottoposte le  linee orarie incise nel marmo, già vistosamente decoeso nella superficie.  Privo degli gnomoni, lo strumento ha perso la sua funzionalità di lettura del tempo. Uno degli otto quadranti presenta ormai le linee orarie completamente cancellate, mentre sono ancora presenti i fori per l'alloggiamento degli gnomoni perduti.

 

 

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Orari
    aperto tutti i giorni h 8.30-19.30; chiuso il mercoledì
    la biglietteria chiude un'ora prima
Gratuità
    gratuito: per i cittadini della Unione Europea sotto i 18 anni
    gratuito: prima domenica di ogni mese
  

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 6.800,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Risistemazione nell’originaria posizione della struttura del pannello ligneo contenente il foro gnomonico. Rifinitura intonaci e pitture interessati dalle operazioni di risistemazione. Riassetto dell'originaria posizione della Rosa dei Venti, mediante sollevamento e rotazione dell'elemento, e ricollocazione di elemento bronzeo distaccato. Pulitura della linea meridiana bronzea e degli inserti in pietra. Ripristino dello specchio d'acqua e dell'ago galleggiante all'interno della Bussola. Pulitura e consolidamento del pavimento maiolicato raffigurante le costellazioni.


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 9.600,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Risistemazione nell’originaria posizione della struttura del pannello ligneo contenente il foro gnomonico. Rifinitura intonaci e pitture interessati dalle operazioni di risistemazione. Riassetto dell'originaria posizione della Rosa dei Venti, mediante sollevamento e rotazione dell'elemento, e ricollocazione di elemento bronzeo distaccato. Pulitura della linea meridiana bronzea e degli inserti in pietra. Ripristino dello specchio d'acqua e dell'ago galleggiante all'interno della Bussola. Pulitura e consolidamento del pavimento maiolicato raffigurante le costellazioni.


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 6.200,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Ripristino della funzionalità dell'orologio, recuperabile con il rifacimento degli gnomoni scomparsi, senza i quali non avviene la proiezione delle ombre. Restauro dell'opera marmorea: pulitura e ristabilimento della coesione del marmo; salvaguardia definitiva dell'unicum originale attraverso la sua musealizzazione. Trasferendolo dalla attuale ubicazione alla sala museale contigua e dotandolo di opportuno apparato didattico divulgativo, verrà sostituito da una copia in resina - o pietra - dotata di gnomoni in acciaio.


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 11.600,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Montaggio di ponteggio in sicurezza. Saggio di pulitura dal nuovo intonaco per ricercare le antiche linee orarie ricoperte. Verifiche statiche e dimensionali dello gnomone originario ancora in situ. Adeguamento del progetto geometrico preliminare del reticolo orario alle effettive dimensioni dello gnomone verificate in situ e progettazione esecutiva delle nuove linee in acciaio. Realizzazione e posa in opera del reticolo orario in acciaio smaltato, riprodotto secondo il disegno originario. Ripristino del fondo intonacato del quadrante nel rispetto della sua funzionalità.