I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali e dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i. L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

ll Mausoleo della Bela Rosin è stato edificato nel 1888, su progetto dell’architetto Angelo Demezzi, per deporvi i resti di Rosa Vercellana, Contessa di Mirafiori, moglie morganatica di Vittorio Emanuele II. Di proprietà della Città di Torino dal 1970, è sottoposto a vincolo da parte della Soprintendenza per i Beni Architettonici per il suo elevato valore storico e simbolico.

Informazioni sullo stato della conservazione

Sono necessari interventi di manutenzione straordinaria per il ripristino del muro di cinta perimetrale del parco, la risistemazione delle aree verdi con ripiantumazione di alcuni alberi, la sistemazione dei vialetti e la sostituzione dei corpi illuminanti esterni a pavimento. Sono inoltre necessari alcuni interventi per il ripristino degli apparati decorativi interni in corrispondenza delle nicchie e dei capitelli posti sulle pareti sud e ovest. Sono infine necessari interventi per la formazione delle intercapedini lungo il perimetro dei bassi fabbricati, posti in corrispondenza dell’ingresso al parco, con il ripristino degli intonaci ammalorati e la ritinteggiatura.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

aprile-ottobre: dal mercoledì alla domenica ore 10.00-12.00 e 15.30-19.30;
novembre-marzo: venerdì, sabato e domenica ore 10.00-12.00 e 14.30-17.00

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 350.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Manutenzione straordinaria del Mausoleo della Bela Rosin per il ripristino del muro di cinta perimetrale del parco, la risistemazione delle aree verdi con ripiantumazione di alcuni alberi, la sistemazione dei vialetti e la sostituzione dei corpi illuminanti esterni a pavimento. Sono inoltre previsti alcuni interventi per il ripristino degli apparati decorativi interni in corrispondenza delle nicchie e dei capitelli posti sulle pareti sud e ovest. Sono infine previsti interventi per la formazione delle intercapedini lungo il perimetro dei bassi fabbricati, posti in corrispondenza dell’ingresso al parco, con il ripristino degli intonaci ammalorati e la ritinteggiatura. Tutti gli interventi sono comprensivi delle opere provvisionali e degli oneri della sicurezza annessi.