I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali e dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i. L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Il Cimitero di San Pietro in Vincoli è stato il primo cimitero della città sabauda, edificato nel 1777 fuori dalle mura cittadine su progetto dell'architetto Francesco Dellala di Beinasco. Con la costruzione del cimitero monumentale, a partire dal 1829, cadde in uno stato di disuso e pochi anni dopo fu chiuso al pubblico. Per lungo tempo oggetto di vandalismo, nel 1988 venne radicalmente ristrutturato e gran parte delle sepolture (tranne le cripte del prato centrale che sono state sigillate) sono state trasferite al cimitero monumentale. Attualmente l'area è adibita a luogo di eventi culturali e spettacoli teatrali.

Informazioni sullo stato della conservazione

Sono necessari interventi di manutenzione straordinaria per il ripristino dei cortili e delle aree verdi circostanti, la realizzazione di adeguata recinzione perimetrale sul lato a sinistra del fabbricato, il ripristino completo del manto di copertura, la ristrutturazione dell’alloggio di custodia, il restauro delle decorazioni artistiche, il recupero dei serramenti e il risanamento dei locali interrati. Sono infine necessari interventi di adeguamento delle parti impiantistiche.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

In occasione di eventi e spettacoli.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 480.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Mmanutenzione straordinaria del Cimitero San Pietro in Vincoli per il ripristino dei cortili e delle aree verdi circostanti, la realizzazione di adeguata recinzione perimetrale sul lato a sinistra del fabbricato, il ripristino completo del manto di copertura, la ristrutturazione dell’alloggio di custodia, il restauro delle decorazioni artistiche, il recupero dei serramenti e il risanamento dei locali interrati. Sono infine previsti interventi di adeguamento delle parti impiantistiche. Tutti gli interventi sono comprensivi delle opere provvisionali e degli oneri della sicurezza annessi.