I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali e dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i. L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

L'Aranciaia (in francese "Orangerie") fu costruita fra il 1710 e il 1712 per volere del Duca Francesco Farnese, come ricovero invernale degli alberi di aranci e limoni che durante l'estate ornavano lo splendido giardino della Reggia e che non avrebbero potuto sopportare i rigidi freddi padani.
L'edificio, progettato probabilmente dall'architetto bolognese Ferdinando Galli Bibiena (1657 - 1743), doveva unire alla funzionalità un aspetto particolarmente armonioso, perchè veniva a trovarsi nella vasta area del giardino ducale.
Nella seconda metà del Settecento l'Aranciaia perse la sua funzione di serra per divenire un galoppatoio invernale.
Con l'Unità d'Italia l'edificio, come molti altri beni demaniali, fu messo all'asta e trasformato in deposito.
Oggi il primo piano ospita il MUPAC, Museo dei paesaggi di terra e di fiume - Colorno

Informazioni sullo stato della conservazione

L'edificio è stato completamente restaurato per le parti che riguardano il tetto, le facciate ed il primo piano che ospita il MUPAC inaugurato nel 2014.

Restano da restaurare: gli infissi, lo zoccolo perimetrale dell'intero edificio ed i locali del piano terra.

 

 

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

L'edificio dell'Aranciaia è accessibile al pubblico limitatamente al museo che è aperto con le seguenti modalità:

mesi di:  Marzo, Aprile, Maggio, Giugno, Settembre, Ottobre, 1° weekend di Novembre
Domenica e festivi dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 17.30
Visite guidate Domenica e Festivi alle ore 11 e alle ore 16
Nei giorni infrasettimanali è possibile visitare il Museo per gruppi formati da almeno 25 persone, con prenotazione.

Destinazione delle erogazioni liberali

RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 350,000.00 €

restauro e sistemazione del piano terra dell'edificio dell'Aranciaia al fine della realizzazione di una sala civica polivalente da utilizzare per convegni, concerti, proiezioni, nonché come sala polifunzionale per le imprese del territorio. La sala sarà altresì utilizzata quale struttura di supporto per le iniziative culturali correlate ed organizzate dal Museo dei Paesaggi di Terra e di Fiume (MUPAC) ospitato al primo piano dell'Aranciaia