I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali e dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

Inaugurata nel 1876 presso il Collegio Romano e trasferita nel 1975 in una nuova sede, nella zona archeologica del Castro Pretorio, la Biblioteca nazionale è la più grande biblioteca d’Italia, il cui patrimonio supera gli 8.000.000 di libri, ricevendo tutto ciò che viene pubblicato in Italia. Negli anni l’Istituto è andato sempre più connotandosi per il patrimonio di raccolte librarie e archivistiche di autori contemporanei, tra i quali Gabriele d’Annunzio, Elsa Morante e Pier Paolo Pasolini, tanto da poter affermare che esso rappresenta oggi uno dei poli più significativi e apprezzati per gli studi e la ricerca sulla letteratura italiana del Novecento.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 50.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

All’interno dell’ampio progetto di valorizzazione del patrimonio novecentesco portato avanti con Spazi900, nell’area museale dove sono allestite La stanza di Elsa e la Galleria degli scrittori, la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma dedica a Pier Paolo Pasolini un nuovo spazio permanente, unico e per la prima volta a Roma, realizzato in stretta collaborazione con l’erede Graziella Chiarcossi. In un percorso di forte impatto scenografico, Pasolini attraversa il mondo delle borgate nel quale entra in contatto con luoghi, personaggi, gesti e comportamenti consueti che hanno reso la sua opera unica e al tempo stesso ben caratterizzata, per approdare al suo laboratorio da dove la scrittura prende forma. Lo spazio espositivo si sviluppa per tipologie di luoghi, ricreati e raccontati attraverso l’opera narrativa, poetica, critica e cinematografica di Pasolini.


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 100.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

La Biblioteca nazionale centrale di Roma, grazie alla ricchezza e preziosità dei suoi fondi, già da alcuni anni, ha messo in atto un'attenta politica di valorizzazione attraverso la realizzazione di mostre temporanee rivolte al grande pubblico e che promuovano la conoscenza del patrimonio librario, anche inedito, dell'Istituto. A tale scopo si intende realizzare un nuovo spazio espositivo (circa mq 200) dedicato alle mostre temporanee anche in collaborazione con altri istituti culturali.


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 50.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

La Biblioteca nazionale centrale di Roma, in linea con la politica culturale orientata alla valorizzazione delle raccolte novecentesche, l'Istituto intende ampliare lo spazio permanente dedicato ad Elsa Morante e agli scrittori più rappresentativi del Novecento, con un'area per gli autori che hanno segnato la storia letteraria del secondo Novecento.


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 120.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

All’interno dell’ampio progetto di valorizzazione del patrimonio novecentesco portato avanti con Spazi900, l’Istituto propone la realizzazione della Biblioteca digitale del ’900: il patrimonio letterario diviene liberamente accessibile a tutti in formato digitale attraverso la teca della Biblioteca, consultabile anche dal sito web dell’Istituto. La realizzazione della Biblioteca digitale del ’900 è un ulteriore, necessario e importante compimento della politica portata avanti negli anni dall’Istituto: sarà così possibile inserire nella biblioteca digitale sempre nuovi documenti, con la volontà di creare un luogo virtuale sempre più ricco ed esaustivo sulla letteratura del Novecento. Il progetto prevede anche una serie di interventi di restauro delle numerose prime edizioni delle opere appartenenti alla Biblioteca di Enrico Falqui – uno dei principali critici letterari del Novecento –, conservata presso questo Istituto. La Biblioteca di Enrico Falqui si distingue per la preziosa raccolta di prime edizioni con dediche autografe degli scrittori del Novecento.