I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali e dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

La Biblioteca Civica “Gino Pieri” di Porto San Giorgio nata nel 1943 da una donazione di circa 2000 volumi del prof. Gino Pieri, come Biblioteca per i soci, viene subito iscritta alla Federazione Nazionale della Biblioteche Popolari.
Nel 1960 un passaggio fondamentale: l’Amministrazione Comunale e il Consiglio Direttivo della Società Operaia decidono di stipulare una convenzione contemplante la messa a disposizione congiunta del proprio patrimonio librario per la crescita morale e civile della comunità sangiorgese. A conferma dell’accordo il 18 aprile 1961, nella rinnovata sede della Società Operaia,  vengono inaugurati i locali destinati alla Biblioteca cittadina.
Da quella data, l’impegno sottoscritto è stato onorato dalle due Istituzioni con successive conferme della stipula.
Oggi la Biblioteca raccoglie 80.000 volumi. Cifra importante nel panorama bibliotecario regionale.
Con la crescita della dotazione libraria e con il trasferimento della Biblioteca nella nuova sede di proprietà comunale (22 aprile 2006), si è avuta una notevole espansione del numero degli utenti annuali, che attualmente ha raggiunto le 10.000 unità.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Lavori in corso

COSTO COMPLESSIVO 10.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Scopo del progetto è la valorizzazione dell'attività della Biblioteca con l'inserimento di un Premio Letterario unico in Italia: il Premio Volponi. Il Premio Volponi infatti si può definire vivo, attuale e concreto, proprio com’era Paolo Volponi. Da dodici anni il premio a lui intitolato mette al centro quella letteratura che ha come protagonista principale l’essere umano; proprio come era la figura di Paolo Volponi, persona capace anche di tuffarsi con passione nella quotidiana sfida politica ed economica del suo tempo. Si preoccupava dei giovani e del loro futuro. Il premio abbraccia la scuola, l'arte e la letteratura, la fotografia e il lavoro. La Biblioteca ha il ruolo fondante di raccogliere tutte queste voci e di stimolare l'interesse verso questo tipo di narrativa, poco sviluppata nel paese.