I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali e dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i. L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Madonna con Bambino in trono e santi, 1491, Filippo Mazzola (Parma, 1460 ca. - 1505)

Tempera su tavola, 109 x 146 cm

Iscrizioni: Filipus Mazolus 1491

Provenienza: Donato dall’abate Pietro Ghironi nel 1840

Si tratta della prima opera nota del pittore, la cui fama si lega soprattutto al nome del più celebre figlio Francesco, detto il Parmigianino. Allievo del cremonese Francesco Tacconi, rivela stringenti riferimenti a modelli veneti di stretta ascendenza belliniana che consentono di postulare un soggiorno del pittore in laguna.

Informazioni sullo stato della conservazione

La superficie pittorica evidenzia lacune e sollevamenti; il supporto evidenzia gravi aperture della commettitura tra le assi, aggravata da antichi interventi di restauro.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

L'opera è esposta al pubblico all'interno del percorso di visita della Galleria Nazionale di Parma, aperta tutti i giorni, ad esclusione del lunedì, dalle ore 8:30 alle ore 19:30 e, nei festivi, dalle ore 13:00 alle ore 19:00.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 16.546,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Il progetto di intervento prevede, oltre a un’indagine conoscitiva mediante luce radente e fluorescenza UV, la rimozione delle stuccature riconducibili a restauri precedenti nelle giunzioni tra le assi, in previsione del risanamento del supporto. Quest’ultimo prevede la rimozione della vecchia parchettatura, da sostituire – a seguito del risanamento e consolidamento del supporto - con un sistema di aggancio elastico fra quest’ultimo e traverse in grado di garantire una tenuta dell’opera agli imbarcamenti, dilatazioni e restringimenti del supporto ligneo causati dagli sbalzi igrometrici.

Seguiranno le operazioni di consolidamento degli strati pittorici, pulitura, stuccatura e integrazione delle lacune, verniciatura.