I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali e dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i. L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

CENNI STORICI


La decisione di costruire un impianto sportivo al posto dell'ippodromo “Flaminio” fu intrapresa nel 1932, con i lavori di costruzione che iniziarono nel gennaio 1933 su progetto del geometra Giuseppe Maioli, per poi concludersi nel novembre del 1934.
In questa fase furono realizzati il velodromo in cemento e tre grandi tribune in cemento armato separate tra loro (di cui la centrale coperta), per un totale di 4.000 posti, al di sotto erano sale per palestra, pugilato e ginnastica. All'interno del muro perimetrale, anch'esso previsto in progetto, furono realizzati il campo da calcio e campo da tennis. La struttura, che fu chiamata "stadio del Littorio", al termine della seconda guerra mondiale venne rinominata semplicemente "Comunale", per poi essere intitolata al ginnasta Romeo Neri dopo la sua morte.

Informazioni sullo stato della conservazione

L'impianto sportivo è stato nel tempo oggetto di interventi tutti finalizzati al miglioramento della sua fruizione sportiva, da ultimo nel corso del biennio 2015/2016 il Comune di Rimini lo ha riqualificato attraverso due importanti investimenti: la riqualificazione della pista di atletica leggera mediante il totale e completo rifacimento del manto e la riqualificazione del campo da gioco con sostituzione del manto in erba naturale con un manto sportivo in erba sintetica con il rifacimento degli spogliatoi, mentre la parte storica e monumentale non è mai stata oggetto di restauri nel corso del tempo.

Il progetto di restauro comprende gli interventi  necessari a preservare la tribuna storica, nel rispetto del progetto del geometra Maioli, utilizzando materiali e finiture superficiali per quanto possibile identici a quelli originari e precisamente:

 

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Lo Stadio comunale è certamente uno dei principali poli sportivi della città che, nel suo complesso,  ha acquisito una funzione sia sportiva che di aggregazione e ritrovo, certamente più ampia e multidisciplinare,  ospitando in media, ogni giorno,  cinquecento sportivi – tra atleti, ragazzi, studenti, appassionati – senza contare i relativi accompagnatori o spettatori.

Per la sua unicità di tipologia (unico stadio con manto sintetico in ambito provinciale), caratteristiche e dimensioni è capace di raggiungere i più alti livelli di utilizzo in ambito provinciale  ed è  accessibile e facilmente raggiungibile grazie alla sua posizione centrale e strategica - rispetto il territorio comunale - con ampi parcheggi nelle immediate vicinanze.

 
L'impianto è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 22.00, il sabato e la domenica secondo gli orari previsti per le partite di campionato e le manifestazioni sportive.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 410.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Il progetto di restauro della Tribuna storica dello Stadio "Romeo Neri" di Rimini comprende gli interventi necessari a preservare la tribuna storica, nel rispetto del progetto del geometra Maioli, utilizzando materiali e finiture superficiali per quanto possibile identici a quelli originari, e precisamente: 1 - RESTAURO DELLA FACCIATA STORICA E DEL MURO PERIMETRALE SU VIA IX FEBBRAIO 1849 - lavaggio con idropulitrice - ripresa delle fughe murarie per le porzioni con mattone “faccia vista” - trattamento con prodotto idrorepellente - trattamento con prodotto anti graffiti - tinteggiatura per le porzioni di muro intonacate 2 - RISTRUTTURAZIONE DELLA PENSILINA TRIBUNA - DISTINTI CENTRALI - rimozione della copertura in lastre di cemento - amianto - demolizione della copertura in calcestruzzo e sostituzione dei travicelli in acciaio - nuova copertura in lamiera stratificata 3 - RISTRUTTURAZIONE DELLE GRADONATE TRIBUNA STORICA - impermeabilizzazione dei gradoni in cemento con resina colorata - verniciatura del parapetto in acciaio