I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali e dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i. L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Il progetto ha come obiettivo primario la conservazione e valorizzazione  di un bene storico  culturale ,  nel cuore del centro storico, limitrofo al Castello reale.

La valorizzazione e la fruizione pubblica del bene è finalizzata alla creazione di un elemento di “raccordo” fra il Castello reale ed il centro storico cittadino in un quadro generale per lo sviluppo di un itinerario turistico culturale nella città di Racconigi.

La Chiesa di S.Croce fu costruita agli inizi del 1600 (fra il 1620 -1625) come nuova sede della  Confraternita.

Nel 1693 venne costruito uno dei due altari laterali e ad inizio 1700 avvenne una radicale trasformazione di tutto l’edificio, in seguito all’assegnazione del Priorato in perpetuo al Principe di Savoia Carignano.

Nel 1713 venne sistemata la facciata su strada (l’attuale), mediante l’ampliamento con formazione del portico e la costruzione della pregevole finestra “serliana”. Fu quindi ampliata la tribuna su cui fu sistemato l’organo, con sottostanti armadiature e scala di accesso lignea; nella sala della Chiesa fu costruita la volta a vele su archi traversi ribassati.

Negli anni 1779-81, l’interno della Chiesa venne reintonacato e pitturato. Venne altresì rifatto il cornicione interno con nuovi stucchi.

La Chiesa di Santa Croce, con Decreto dell’Ordinario Diocesano di Torino in data 20/07/1979 è stata sconsacrata e, con successivo atto pubblico in data 15/12/1983, è stata donata al Comune di Racconigi.

Informazioni sullo stato della conservazione

 L’edificio, dal punto di vista conservativo, necessita, dopo gli   interventi di consolidamento statico della volta e della copertura del 1991, del restauro della facciata principale del 1994, del restauro architettonico ed impiantistico del 2004/05,  di un ultimo intervento di risanamento conservativo e di restauro delle pareti della navata a completamento delle opere di restauro architettonico ed artistico della chiesa e del restauro del pregevolissimo organo realizzato dai F.lli Vittino  nel 1886.

 

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

La Chiesa della Confraternita di Santa Croce è collocata all’inizio di via F. Morosini di Racconigi (CN)  in prossimità del Castello Reale.

La Chiesa con Decreto dell’Ordinario Diocesano di Torino in data 20/07/1979 è stata sconsacrata e, con successivo atto pubblico in data 15/12/1983, è stata donata al Comune di Racconigi.

Gli ambienti della Chiesa sono aperti in occasione di eventi e manifestazioni periodiche  culturali ed artistiche della città di Racconigi , anche in collaborazione e sinergia con la reggia sabauda.

 

Destinazione delle erogazioni liberali

RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 140,000.00 €

Il progetto di restauro della Chiesa di Santa Croce ha come obiettivo primario la conservazione e valorizzazione di un bene storico culturale , nel cuore del centro storico, limitrofo al Castello reale. La valorizzazione e la fruizione pubblica del bene è finalizzata alla creazione di un elemento di “raccordo”fra il Castello reale ed il centro storico cittadino in un quadro generale per lo sviluppo di un itinerario turistico culturale nella città di Racconigi. L’edificio, dal punto di vista conservativo, necessita, dopo gli interventi di consolidamento statico della volta e della copertura del 1991, del restauro della facciata principale del 1994, del restauro architettonico ed impiantistico del 2004/05, di un ultimo intervento di risanamento conservativo e di restauro delle pareti della navata a completamento delle opere di restauro architettonico ed artistico della chiesa e del restauro del pregevolissimo organo realizzato dai F.lli Vittino del 1886.