I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali e dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i. L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Il primo documento ritrovato che testimonia l’esatto titolo S. Jacobi in Castellare risale al 1192. Gli ultimi scavi archeologici iniziati alla fine degli anni Ottanta del Novecento, andati avanti per quasi dieci anni, con varie interruzioni, hanno riportato alla luce, oltre ad alcune tracce arcaiche della struttura architettonica, riferibili tra I e VIII secolo d.c., anche l’antica abside rivolta verso est, collocata in una posizione assai più arretrata rispetto a quella oggi visibile, datata XI secolo. È in questo periodo che venne realizzata la primitiva chiesa conformata ad aula rettangolare absidata.

L’impianto della chiesa conservato fino ai nostri giorni risale invece al XIII secolo, durante il quale sono avvenute le modifiche principali, come l’allungamento della navata (di circa 6 m), l’aggiunta di due cappelle laterali (in modo da trasformare la chiesa rendendola a croce latina), cappelle chiuse successivamente, le realizzazioni del nuovo abside, della decorazione pittorica visibile sulla parete nord, dipinta con drappeggi imitanti le stoffe orientali e figure geometriche di cornice.

Informazioni sullo stato della conservazione

Il complesso architettonico e le sue pertinenze non sono attualmente agibili: il corpo della ex chiesa ospita le risultanze degli scavi archeologici tuttora aperti, le murature e gli affreschi necessitano di consolidamenti e restauri; la ex canonica e la corte eterna sono interessate da gravi infiltrazioni e parziali cedimenti della struttura lignea della copertura e dei solai del 1° livello.

Lo spazio verde esterno a confine con l’Archivio di Stato è attualmente dismesso, privo di protezioni perimetrali e inaccessibile al pubblico.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

S. Jacopo in Castellare, si colloca in prossimità della Biblioteca Forteguerriana e dell’Archivio di Stato di Pistoia, che conformano un vero e proprio “polo culturale” (identificato anche con l'evocativo nome di“Polo della Memoria”) che potrebbe trovare nuovo potenziale complementare.

La realizzazione del progetto consentirà l’accessibilità degli spazi interni ed esterni del complesso e dei loro servizi. I locali interni e gli spazi esterni ospiteranno attività convegnistica, espositiva, di documentazione e divulgazione culturale e saranno utilizzabili con flessibilità di orari e di domanda.

Gli uffici da realizzare nella ex canonica ospiteranno la Società Pistoiese di Storia Patria.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Procedure di Gara

COSTO COMPLESSIVO 3.000.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Sono previsti lavori inerenti le opere strutturali, murarie, impiantistiche e di finitura dei locali del complesso ex Chiesa, ex canonica, spazi verdi e pertinenze, con eliminazione delle barriere architettoniche e valorizzazione della fruibilità interna ed esterna. Con altro appalto separato, come prescritto dalle norme di tutela del bene, saranno eseguite le opere di restauro specialistico